Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Rio de janeiro inaugura una partnership pubblico-privato per il trasporto a emissioni zero


Rio de janeiro inaugura una partnership pubblico-privato per il trasporto a emissioni zero
21/06/2013, 16:28

Rio de Janeiro, giugno 2013 – Lo Stato federale di Rio de Janeiro ed alcuni esponenti rilevanti del settore pubblico e privato brasiliano hanno firmato un Memorandum di intesa finalizzato ad accelerare lo sviluppo del trasporto a emissioni zero nel territorio. Questo storico patto è stato stretto tra Renault-Nissan, Petrobras Distribuidora, Light, Ampla e Rio Negócios.Nell’ambito del Memorandum, le parti si impegnano a studiare le possibilità produrre veicoli elettrici nello Stato di Rio de Janeiro, oltre che l’eventuale installazione dell’infrastruttura necessaria al loro utilizzo. Il progetto si inserisce nell’ambito del programma “Rio Capital Energia”, coordinato dal Ministero dello Sviluppo economico, dell’Energia, dell’Industria e dei Servizi dello Stato di Rio de Janeiro.“Vogliamo fare in modo che, nel ventunesimo secolo, Rio de Janeiro si confermi come punto di riferimento a livello mondiale in campo energetico, sulla scia della già nota vocazione del territorio in materia di energia tradizionale,” ha dichiarato il Segretario di Stato, responsabile dello Sviluppo economico, dell’Energia, dell’Industria e dei Servizi, Julio Bueno, riferendosi al programma.Attualmente, San Paolo e Rio de Janeiro stanno portando avanti dei programmi pilota che prevedono l’integrazione di alcuni veicoli Nissan LEAF nelle flotte di taxi delle città.Renault e Nissan sono accomunate dal costante impegno per lo sviluppo della tecnologia a emissioni zero: negli ultimi anni le due aziende hanno investito 4 miliardi di euro per la progettazione di veicoli elettrici che non consumano alcun idrocarburo e possono essere ricaricate con energia rinnovabile pura.In vendita dal dicembre 2010, Nissan LEAF è stato il primo veicolo completamente elettrico prodotto su vasta scala ad essere introdotto sul mercato. Renault ha invece recentemente lanciato la berlina compatta ZOE, che va ad aggiungersi a una ricca gamma di altri veicoli a zero emissioni, cioè la berlina Fluence Z.E., la biposto urbana Twizy e la furgonetta Kangoo Z.E.L’Alleanza Renault-Nissan ha venduto quasi 100.000 veicoli a zero emissioni, più della somma di tutte le altre principali case automobilistiche.“Renault-Nissan è in prima linea nel campo dei veicoli elettrici. Questa nuova iniziativa ribadisce il nostro impegno su scala globale per lo sviluppo di soluzioni di mobilità urbana sostenibile che siano anche piacevoli da guidare,” ha affermato Carlos Ghosn, Presidente Direttore Generale dell’Alleanza Renault-Nissan, in occasione dell’annuncio dell’accordo.Petrobras Distribuidora si occuperà degli studi di fattibilità relativi all’implementazione di infrastrutture di ricarica presso le stazioni di servizio Petrobras di Rio. “In questo modo, manteniamo la nostra posizione di azienda leader sul mercato, all’avanguardia in termini di tecnologia e sostenibilità”, ha aggiunto José Lima de Andrade Neto, presidente di Petrobras Distribuidora.Rio Negócios parteciperà al gruppo di lavoro per lo sviluppo dei veicoli elettrici in rappresentanza dell’Amministrazione di Rio de Janeiro e intende promuovere la città come centro nevralgico per il settore tecnologico e industriale emergente. L’obiettivo sarà quello di identificare le potenzialità e le competenze del progetto, contribuendo allo sviluppo del settore per indirizzare l’evoluzione di questa nuova attività nel Paese. “Accelereremo i progetti e agevoleremo la creazione di aziende in città, facendo da tramite tra il settore pubblico e quello privato. In termini di investimenti per la tecnologia dei veicoli elettrici, Rio sarà capofila dell’innovazione industriale”, ha spiegato Marcelo Haddad, presidente di Rio Negócios.Light si occupa di distribuzione di elettricità e conta 4 milioni di clienti in 31 città dello Stato di Rio de Janeiro. Anche quest’azienda sosterrà lo sviluppo del progetto e contribuirà alla promozione di studi di fattibilità mirati sull’implementazione delle infrastrutture di ricarica. “Light partecipa con entusiasmo a questa iniziativa, di cui condivide i principi di sostenibilità”, ha detto Paulo Roberto Pinto, presidente di Light.Ampla è una società controllata da Endesa Brasil (Enel Group) e studierà la realizzazione di infrastrutture tecnologiche e innovative per assicurare la fornitura di energia sostenibile. “La partecipazione a questo progetto a sostegno dei veicoli elettrici conferma la nostra posizione strategica: abbiamo scommesso sulle attività di Ricerca e Sviluppo applicate alle reti energetiche intelligenti basate sul nuovo modello energetico”, ha affermato Marcelo Llévenes, presidente di Ampla e di Endesa Brazil.

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©