Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Roma - Napoli, la partita alla lavagna


Roma - Napoli, la partita alla lavagna
11/02/2011, 16:02

Il Napoli per restare in alto, la Roma per cercare di rientrare nella lotta scudetto. Sfida da dentro o fuori tra due formazioni con in testa un solo obiettivo: arrivare tra le prime quattro. La Roma, che in questo periodo oltre ai problemi sul campo deve affrontare anche tante questioni extra calciastiche, dovrebbe schierarsi con il 4-3-1-2 con Perrotta (o Menez) dietro le due punte Borriello e Totti. Nella sfida dell'andata al San Paolo, Ranieri cambiò la fisionomia della sua squadra passando alla difesa a 5, cosa che difficilmente si ripeterà all'Olimpico viste le tante defezioni in difesa. Proprio le assenze di Burdisso e Mexes potrebbero favorire molto gli avanti azzurri. Il Napoli dovrà evitare di attaccare a testa bassa e di esporsi così alle ripartenze dei giallorossi. In questo caso, se saranno della partita, i periocoli maggiori arriveranno soprattutto da Menez e Vucinic abili nel ripartire e verticalizzare velocemente verso Borriello. Attenzione anche agli inserimenti di Perrotta e Simplicio, due centrocampisti molto abili sotto porta, e a De Rossi, dotato di un gran tiro dalla distanza. Bisognerà quindi evitare di schierare la difesa troppo alta per non farsi prendere in contropiede in caso di pallone perso a centrocampo. Gli azzurri dovranno attendere e far salire i giallorossi per poi rubare palla sulla linea mediana, dove grazie ai costanti rientri di Hamsik e di Cavani saranno in superiorità numerica, per ripartire velocemente principalmente con i due esterni Maggio e Dossena. Quella con la Roma è quindi una sfida da affrontare con la massima concentrazione e senza farsi prendere dall'ansia e dalla voglia di vincere a tutti i costi.  

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©