Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Parla "Capitan futuro"

Roma, De Rossi: "Napoli e Juve, le più forti d'Italia"

Il giallorosso analizza il ko in Coppa Italia al San Paolo

Roma, De Rossi: 'Napoli e Juve, le più forti d'Italia'
13/02/2014, 19:58

ROMA - Daniele De Rossi è ancora scottato dalla brutta sconfitta giunta meritatamente al San Paolo di Napoli. Il centrocampista giallorosso, durante un evento organizzato presso il "Roma Club Montemario", ha spiegato che il ko di Napoli è stato frutto soprattutto di episodi negativi: "Se avessimo segnato subito sarebbe potuta cambiare la partita, ma lo stesso discorso vale anche per il Napoli quando è venuto all'Olimpico in campionato - ha spiegato De Rossi -. Il calcio è questo, bisogna buttarla dentro e bisogna fare meglio. Nel secondo tempo siamo indietreggiati e l'abbiamo pagata. Mancata reazione? Può capitare con una squadra forte come il Napoli. Quando prende il pallino inizi a subire e diventa difficile poi reagire. In parte ci abbiamo provato, ma dopo il 2-0 e il 3-0 la partita si è rovinata. Il risultato è lo stesso che abbiamo subìto a Torino contro la Juventus, con le modalità simili. Juventus e Napoli sono le due squadre più forti d'Italia. Ci può anche stare, abbiamo perso male. Siamo dispiaciuti per aver perso il primo obiettivo stagionale, ma non possiamo essere tristi per il nostro cammino. La strada è ancora lunga e siamo dietro solo alla Juventus. Se serve un bomber vero? Un attaccante da 25 gol a stagione serve a chiunque - chiosa De Rossi - ma noi abbiamo giocatori molto forti in attacco e io sono contento della squadra che abbiamo quest'anno. Adesso poi è inutile parlarne, servirebbe solo a mettere pressione a chi ancora non li ha fatti quei 25 gol. Destro? Potrebbe essere lui, come Totti che fino allo scorso anno ne faceva 30. La riunione tecnica di oggi a Trigoria con Garcia? Abbiamo rivisto la partita, cosa e' andato bene e cosa no, ma non c'e' stato nessun tono particolare".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©