Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Roma, Luis Enrique: "Farò calcio spettacolo"


Roma, Luis Enrique: 'Farò calcio spettacolo'
08/06/2011, 15:06

"Ho scelto un progetto vincente". Ecco le prime parole di Luis Enrique da allenatore della Roma. Per l'ufficialità servirà attendere ancora qualche ora. Ma il tecnico delle asturie, nato a Gijon, cresciuto al Real e esploso nel Barcellona di cui è diventato capitano e simbolo, conferma quanto trapelato nella giornata di ieri. Confermando una scelta di vita.
"C'è l'accordo totale, manca solo la firma". Il matrimonio verrà celebrato a breve, intanto però Luis Enrique, che per dire sì a Sabatini ha anche rinunciato a una ricca proposta dell'Atletico Madrid (ma non trovano conferma le indiscrezioni di un rilancio fino a 2,5 milioni all'anno netti), firmando il contratto da 1,6 milioni. Adesso, i romanisti attendono di vederlo da vicino: "Nei prossimi giorni verrò nella Capitale, qui invece ora non verrà nessuno", spiega il centrocampista, escludendo le voci di un blitz di Sabatini a Barcellona. Il giorno giusto potrebbe essere giovedì, anche se la visita servirebbe solo per un tour del centro tecnico e poco più.
Per la presentazione, appuntamento a inizio luglio, quando DiBenedetto da Roma se ne occuperà personalmente annunciando anche i dettagli del progetto sportivo. "Un progetto vincente, per questo ho scelto Roma - spiega Luis Enruque - io stesso sono un vincente altrimenti non avrei lasciato il mio lavoro qui e la mia famiglia... Praticherò un calcio spettacolare, voglio portare la gente allo stadio". Obbiettivo condiviso con la nuova proprietà Usa. Anche per vincere lo scetticismo che lo accoglie in Italia: "Non mi conosce nessuno? Vedrete che tra un anno mi conosceranno tutti". Chiusura sul mercato: "Cercherò di lavorare con i migliori, quelli che ci sono già e quelli che porteremo a Roma". Parola di vincente.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©