Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Causa No Tav

Roma-Napoli, si va verso l'inversione di campo


Roma-Napoli, si va verso l'inversione di campo
28/09/2013, 10:07

Roma-Napoli in programma il 19 ottobre potrebbe diventare Napoli-Roma: l’inversione di campo infatti è, a quanto si apprende, la soluzione alla quale sta lavorando la Lega di serie A nel caso in cui, come ormai sembra quasi sicuro, il prefetto Giuseppe Pecoraro chieda per motivi di ordine pubblico, è prevista una manifestazione No Tav, di non giocare in quella data nella Capitale. Fino a dicembre inoltrato non ci sono finestre disponibili per far giocare il match, e comunque entrambe le società non gradirebbero un lungo posticipo. Con l’inversione di campo si ovvierebbe invece al problema, e quanto all’intasamento allo stadio Olimpico nel week end del 9 marzo (sia i giallorossi sia la Lazio a quel punto dovrebbero giocare in casa), potrebbe arrivare in soccorso della Lega il meccanismo degli anticipi e dei posticipi. Così ha preso piede, in Prefettura, l’ipotesi di una inversione di campo: ovvero gara di andata al San Paolo e ritorno all’Olimpico. Una soluzione accettata dal Napoli, visto che poi diventerebbe complicato recuperare la partita con i giallorossi in tempi brevi con la conseguenza di avere una classifica del campionato sospesa fino a quando il match non sarebbe stato disputato. Secondo quanto si apprende anche la Lazio sarebbe d’accordo. La decisione definitiva nelle prossime ore. É quanto si legge sulle pagine de Il Mattino.

Commenta Stampa
di Luca G. Zanini
Riproduzione riservata ©