Sport / Vari

Commenta Stampa

Rugby Salerno. La seniores perde fuori casa contro la Partenope Pomigliano, sorride la femminile


Rugby Salerno.  La seniores perde fuori casa contro la Partenope Pomigliano, sorride la femminile
31/01/2012, 16:01

E’ una bella partita quella disputata domenica da Partenope Pomigliano e Salerno Rugby, al campo “Leone” di Pomigliano d’Arco. Il match, sicuramente difficile per la compagine salernitana, ritrovatasi con l’infermeria stracolma e con pochissime alternative, è stato condizionato da episodi che hanno concesso alla squadra di casa di mostrarsi cinica e determinata contro un Salerno Rugby molto più organizzato in difesa ma poco lucido in fase di possesso palla.
Il primo tempo è quasi a senso unico: la squadra salernitana gioca poco, ma difende al meglio e rischia di andare in vantaggio con una punizione di Indennimeo al 12’. Pochi secondi dopo la prima meta dei padroni di casa: folata della linea trequarti conclusa con la meta di Riemma.
Altri 8 minuti ed è ancora meta Partenope: errore nel rischieramento difensivo dei salernitani e palla in meta con De Merulis.
Continuano gli attacchi del Salerno, che in qualche modo tenta di risollevare il match con rapide ripartenze sulla linea trequarti, ma al 29’ la Partenope arriva in meta per la terza volta con Martignetti, che sfrutta un placcaggio mancato e vola in meta. Trasformazione riuscita, parziale di 17 a 0 che resterà tale fino al termine del primo tempo.
Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo: poca lucidità sulle fonti di gioco (mischie chiuse e touches) per i salernitani, determinazione e grinta per i padroni di casa.
Al 13’ però arriva la prima meta salernitana: ripartenza veloce da calcio di punizione, palla rapidamente trasmessa a Cozzo che schiaccia in meta e mette a segno i primi 5 punti per i salernitani. Neanche il tempo di esultare che la Partenope torna in meta: da un errore in fase di ricezione del pallone nasce l’azione rapida e cinica dei padroni di casa che schiacciano in meta con Giustiniani. Il risultato è ora di 24 a 5.
La squadra ospite però non ci sta, e finalmente sembra darsi una svegliata: in pochi minuti arrivano ben due mete infatti, con Rizzo prima (abile a sfruttare un’altra ripartenza rapida da calcio di punizione) e con Zizza poi (folata personale dopo aver bucato la difesa avversaria). 24 a 17 il parziale, che impensierisce i padroni di casa a tal punto da costringerli a piazzare necessariamente da calcio di punizione per aumentare il distacco al di sopra dei 7 punti: sfuma la prima occasione, non la seconda. Parziale di 27 a 17 ora, ma la partita è sempre in bilico.
I ragazzi in maglia blù e calzoncini rossi non demordono, e continuano ad attaccare freneticamente facendo scivolare il pallone da un angolo all’altro del campo, ma senza la giusta lucidità: al 38’ infatti la squadra di casa sfrutta un errore nel rischieramento difensivo da parte dei salernitani e schiaccia in meta per la quinta volta con Scognamiglio. Trasformazione riuscita, 34 a 17 il punteggio.
Amareggiato al termine del match mister Luciano Indennimeo, che ha parlato di “squadra poco lucida e con poca voglia di giocare”. “Se non è più possibile pensare al campionato, non è detto che non si debba giocare con la giusta concentrazione per poter crescere ed essere già ad un buon punto per la prossima stagione. La sconfitta di oggi lancia buoni segnali per la fase difensiva, ma c’è ancora troppa poca convinzione in campo, manca la determinazione giusta per poter crescere sia singolarmente che come gruppo”.
Soddisfatto invece l’allenatore della Partenope Pomigliano Raffaele Scognamiglio, che elogia i suoi ragazzi e gli avversari salernitani: “Abbiamo disputato un ottimo match, come fortunatamente ci capita già da alcune settimane. Abbiamo espresso un buon gioco, non riuscendo a segnare la quarta meta già nel primo tempo in almeno 3 occasioni. Bravi i salernitani che ci hanno saputo fermare, e che nel secondo tempo hanno mostrato capacità, forza e determinazione segnando ben 3 mete in pochi minuti. Fortunatamente siamo riusciti a chiudere l’incontro con un calcio di punizione ed una meta. Bravi i miei ragazzi, ma complimenti al Salerno che ci ha creduto fino alla fine”.

Formazioni.
Salerno Rugby: Cicalese (10’ st Albano), Celano (17’ st Merola), Amoroso, Rizzo (37’ st Rossomando), Rocco (41’ st De Cicco), Menicucci, Finamore (capitano), Ferrigno; Zizza, Indennimeo; Pastore, Cozzo, Giordano, Gargano (1’ st D’Elia), Cafasso.
Allenatore: Luciano Indennimeo

Partenope Pomigliano: Sessa, Palazzi (24’ st Picone), Giacco, Gallo (17’ st Adamo), Fasano (14’ st Gargaro), Chiaiese (41’ st Di Massa), Gargiulo, Gargano (capitano); Siano, Monticelli (30’ pt Galvagno); Cucco, Martignetti (29’ st Scognamiglio), De Merulis, Giustiniani, Riemma.
A disposizione: Sasso.
Allenatore: Raffaele Scognamiglio.

Arbitro: Vincenzo Schipani da Benevento.

Segnature.
Primo tempo:
12’ meta Riemma (Partenope Pomigliano)
20’ meta De Merulis (Partenope Pomigliano)
29’ meta Martignetti (Partenope Pomigliano)
29’ trasformazione Riemma (Partenope Pomigliano)

Secondo tempo:
13’ meta Cozzo (Salerno Rugby)
15’ meta Giustiniani (Partenope Pomigliano)
21’ meta Rizzo (Salerno Rugby)
27’ meta Zizza (Salerno Rugby)
27’ trasformazione Indennimeo (Salerno Rugby)
31’ punizione Adamo (Partenope Pomigliano)
38’ meta Scognamiglio (Partenope Pomigliano)
38’ trasformazione Adamo (Partenope Pomigliano)

Risultato finale:
34 – 17 (5 punti Partenope Pomigliano – 0 punti Salerno Rugby)



Sorride la squadra femminile del Salerno Rugby, che vince il concentramento di Coppa Italia Femminile di Rugby a 7 disputatosi a Torre del Greco e si porta a soli 2 punti dal Rugby Clan Santa Maria Capua Vetere, che ha disputato un concentramento in più.
Nel primo match, contro l’Amatori Rugby Torre del Greco, le ragazze allenate da coach Criscuolo hanno dominato l’intero match vincendo con un netto 30 a 5: mete di Cariello, Manzo (x2) e Finamore (x3).
Nel secondo match, più avvincente soprattutto per la classifica, le ragazze in maglia rossoblù hanno pareggiato per 10 a 10 contro il Rugby Clan Santa Maria Capua Vetere, con due mete di Manzo: questa volta pareggio anche ai calci piazzati, ma il concentramento è comunque vinto per differenza mete.
Soddisfatto al termine del concentramento mister Maurizio Criscuolo, che afferma: “La squadra ha saputo esaltarsi ancora una volta, e vincere un concentramento sicuramente non facile sia per il poco materiale umano a disposizione sia per i miglioramenti messi in atto da entrambe le squadre avversarie. Vanno i complimenti a tutte le ragazze che si sono sacrificate giocando davvero bene, contro delle avversarie di tutto rispetto”.

Formazione: Signorile, Cariello, Fasano; Gagliardi, Manzo; Finamore, Pirrone, Smeraldo (capitano).
Allenatore: Maurizio Criscuolo

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©