Sport / Vari

Commenta Stampa

Saces Napoli, parte bene l'Under 17 alle finali scudetto


Saces Napoli, parte bene l'Under 17 alle finali scudetto
07/06/2011, 11:06

Saces Napoli – Pol. Andrea Galli 70-65
Parziali: 24-25/40-36/55-51
Saces Napoli: Orazzo, Beneduce, Tesone, Gentile, Scala, Gallo, Pirozzi, Castronuovo, De Leonardis, Fedele, Fiorillo. All. d’Albero.
Pol. Andra Galli: Frosali, Palazzini A., Argirò, Lazzaro, Kema, Kabwanga, Masini, Galli, Veneri, Palazzini E., Pacini, Picinotti, Matteini, Livi. All. Palmieri.
Tiri da due: Napoli 17/52, A. Galli 22/49. Tiri da tre: Napoli 4/7, A. Galli 2/11. Tiri liberi: Napoli 24/32, A. Galli 15/27. Rimbalzi: Napoli 32, A. Galli 41. Uscite per cinque falli: Gallo e Livi.
Comincia con una bella vittoria il cammino della under 17 della Saces Napoli alle finali nazionali. Primo quarto spettacolare e bello da vedere, con le due squadre che segnano tanto dando prova di grande talento. Napoli è trascinata dal duo Orazzo-Fedele (sedici punti in due nei primi dieci minuti) mentre le toscane replicano con una ottima Galli e con un eccezionale 9/12 da due alla prima sirena che consente loro di chiudere avanti sul 25-24. Anche il secondo quarto è ben giocato, con le squadre che rimangono punto a punto per larghi tratti e ne beneficia lo spettacolo. La Orazzo colpisce dalla distanza ma la squadra di coach Palmieri ribatte colpo su colpo con un buon gioco vicino canestro. Tuttavia le ripartenze razzenti della Saces consentono alle partenopee di chiudere avanti a metà gara: 40-36. Terzo quarto sempre molto combattuto, con Napoli che tocca anche il più nove sul 47-38, ma la Andrea Galli riesce a riportarsi sotto grazie ad un miniparziale firmato interamente dalla Veneri, con la sirena del terzo quarto che dice 55-51 per Napoli. Anche il quarto periodo è da sconsigliare ai deboli di cuore: la Saces mantiene sempre qualche punto di vantaggio con le toscane che non riescono mai ad impattare, fino a due dal termine quando una tripla della Galli fissa il punteggio sul 64-64. Napoli però non perde la testa e trova dalla lunetta i punti per l’allungo decisivo. Finisce 70-65, match stupendo. Top-scorer la Orazzo che mette a segno ben ventotto punti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©