Sport / Basket

Commenta Stampa

Saces Napoli, vittoria esterna con Rende


Saces Napoli, vittoria esterna con Rende
21/03/2011, 13:03

CALABRA MACERI RENDE - SACES NAPOLI 45-62
(6-10, 20-26; 34-43)

CALABRA MACERI RENDE: Paparo 4, Strano 3, Monaco 6, Zoccali, Morrone, Tradico, Di Gregorio 13, Urmos 6, Gallo 11, Castagna 2. All. Lopez.
SACES NAPOLI: Bove 11, Orazzo 2, Giordano 5, Scibelli 6, Cupido 9, Scala 2, Bocchetti 10, Gemini , Correra , Pavel 17. All. Belfiore.
ARBITRI: Mambretti ed Asnaghi.

NOTE: Rende: t2 11/36; t3 4/20; tl 11/14. Napoli: t2 24/60; t3 2/8; tl 8/14. Rimbalzi: Rende 39, Napoli 50. Uscite per cinque falli: Giordano.
Cosenza, 19 marzo 2011 – La Saces Napoli trova il secondo blitz esterno di fila sbancando il parquet di Rende, ma aumentano i rimpianti per lo sfortunato match contro Alcamo. Il primo canestro del match è di Elisabeth Pavel, ma di tiri che trovano il fondo della retina nel primo quarto se ne vedono davvero pochi. Si sbaglia tanto da ambo le parti ma il gioco sotto canestro delle atlete di coach Belfiore sembra più efficace, con la Pavel che domina a rimbalzo. Rende si aggrappa alla Urmos ed alla Di Gregorio ma sono troppi i palloni persi e solo l’imprecisione al tiro di Napoli le tiene in partita (6-10 al 10’). Nel secondo quarto c’è uno show del capitano napoletano Bove, che colpisce anche dall’arco ed in un batter d’occhio va in doppia cifra di punti, consentendo alla Saces di trovare la doppia cifra di vantaggio e di arrivare anche a +13 (8-21 al 15’). Il canestro per le calabresi continua a sembrare chiuso da un grosso tappo e Napoli ha gioco facile, ma ancora la Di Gregorio si carica la squadra sulle spalle recuperando qual cosina e chiudendo all’intervallo lungo sul 20-26. Nel terzo quarto Napoli stringe le maglie in difesa sotto canestro visto che Rende dalla lunga non segna mai e trova punti preziosi dalla Bocchetti e dalla Cupido, che consentono un nuovo allungo e con la Pavel a dominare a rimbalzo si arriva sul +15 per Napoli (24-39 al 28’). La Pavel arriva in doppia cifra per punti e rimbalzi ma la Saces si fa nuovamente rimontare qualcosa: all’ultimo intervallo il tabellone dice 34-43. Nell’ultimo quarto Napoli non perde la testa e continua a sfruttare i centimetri della Pavel che cattura rimbalzi e trova anche punti, ma sono i canestri della Scibelli che consentono l’allungo decisivo (37-50 al 35’). Ultimi minuti senza Viviana Giordano fuori per falli ma Napoli allunga lo stesso, passeggiando nei minuti finali e chiudendo sul 45-62.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©