Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

San Paolo, continua la diatriba tra De Laurentiis e De Magistris

In campo il progetto Astaldi. Aurelio: "non sappiamo nulla"

.

San Paolo, continua la diatriba tra De Laurentiis e De Magistris
26/06/2013, 09:41

Lo stadio come priorità del Napoli nella prossima stagione. Ad oggi la situazione relativa allo stadio "San Paolo" ed ad un'eventuale ristrutturazione appare lontana dal trovare una soluzione. La novità è rappresentata dal progetto Astaldi, un progetto che prevede il revamping della struttura a fronte di una spesa di 100 milioni di euro. La Astaldi è pronta a mettere una quota parte di soldi, il know how per fare i lavori oltre al progetto riadattato alle esigenze del calcio Napoli. L'unica condizione è che l'operazione venga realizzata in collaborazione con la società e con il presidente De Laurentiis e che la Astaldi, ammortizzati i costi, possa uscirsene. Il patron azzurro - secondo le ultime indiscrezioni - dice di non sapere nulla. Dall'altra parte, sul versante istituzionale, il sindaco De Magistris fa capire che la proposta è stata avanzata ma manca il sì di don Aurelio. Insomma, ancora una volta, non si sa la verità da che parte sia. In merito al proprietario del Napoli, il sindaco ha dichiarato: "Il presidente sa bene come stanno le cose, per lui è più semplice liquidare con una frase percorsi giuridici, amministrativi e finanziari". La cosa certa è che la questione continua ad essere al centro dell'attenzione mediatica e genera ansia e preoccupazione nella tifoseria, oltre al fatto che a pochi giorni della scadenza ancora non è arrivata l'ok per la licenza UEFA e ancora non si sa con certezza dove si disputeranno le partite interne del Napoli nella prossima edizione della Champions League. L'ambiente azzurro tutto auspica una rapida e definitiva soluzione delle due questioni attualmente ancora in bilico, per una migliore programmazione del mercato e delle strategie societarie.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©