Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Gli eventi dopo Juve-Napoli fanno temere una sanzione

Sassaiola a Torino, si teme la squalifica del San Paolo


Sassaiola a Torino, si teme la squalifica del San Paolo
15/01/2010, 12:01

NAPOLI - Non è terminata la ricerca dei colpevoli degli atti di teppismo all’Olimpico di Torino. Tra cori razzisti bianconeri e atti di aggressione dei napoletani, l’obiettivo è individuare gli autori.
La sassaiola che c’è stata nei confronti degli stewards non è stata dimenticata e in 24 ore la polizia ha avviato e chiuso (o quasi) le indagini. La Digos ha seguito le indagini che hanno portato all’identificazione dei teppisti. Pare che nel mirino ci siano tifosi non collegati ai gruppi organizzati.
Ieri all’arrivo all’aeroporto di Capodichiano è scattata l’operazione. La nuova normativa prevede l’arresto differito, la possibilità di eseguire un provvedimento cautelare per chi si è reso protagonista di atti violenti o disordini sugli spalti. L’importante, però, è le tutto sia stato ripreso e documentato da telecamere (anche circuito interno). A questo punto esista la possibilità che le persone vengano identificate rapidamente visto che al rientro in aeroporto la Digos ha identificato tutti i passeggeri. La prima sanzione è arrivata: niente tifosi a Livorno, ora si teme la squalifica del San Paolo, anche se la struttura di Fuorigrotta non è diffidato.
Molti sapevano che se fosse accaduto qualcosa a Torino sarebbero potuto arrivare sanzioni pesanti, i napoletani sono sempre sotto osservazione e alcuni supporters parlano di “trappola” ma sembrano non voler imparare come evitare tali situazioni.
Alcuni sostengono che nei confronti dei tifosi azzurri ci siano dei metri di giudizio diversi rispetto a quelli adoperati per gli altri, ma una cosa è certa: basta violenza al di là di ogni cosa.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©