Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA MISSIONE SPAGNOLA

Sbranati i lupi, il Ciuccio va all'inferno...


Sbranati i lupi, il Ciuccio va all'inferno...
23/02/2011, 20:02

Uscito con la pancia gonfia dalla tana dei lupi (Roma-Napoli 0-2), il ciuccio si appresta ad affrontare un’altra impresa titanica. A Roma è stata la fame a consentirgli di aver la meglio, portandolo a sovvertire i pronostici del feroce duello: l’asinello uscì trionfante, con lo stomaco finalmente pieno dopo il lungo digiuno. I lupi, per la prima volta dopo tanto tempo, finirono nella sua dieta.
Stavolta, però, ad attendere il ciuccio non ci sarà un’altra bestia, ma un ambiente tremendamente ostile: El Madrigal, la “casa” del Villarreal. L’inferno giallo, lo chiamano. Un soprannome che mette i brividi, non c’è dubbio. Stavolta servirà a poco la fame, peraltro scomparsa dopo l’abbuffata recente, per fronteggiare le fiamme ardenti. E allora, come farà il ciuccio ad uscirne indenne? L’inferno giallo, lo chiamano, un posto che mette i brividi.
Appunto. Ed è proprio sui brividi, da decenni inseparabili compagni del ciuccio, che bisognerà puntare. I tanti decenni passati fuori al freddo al gelo, nella speranza di trovare un giorno “un posto al sole”, hanno fatto si che il ciuccio sviluppasse una certa confidenza con i brividi e che prendesse così tanto freddo da desiderare l’inferno.
E ora, eccoglielo. Servito su di un piatto d’argento dal sorteggio dell’Europa League. L’Inferno giallo, lo chiamano. Ma con i brividi il ciuccio potrebbe trovarsi a suo agio e per quanto riguarda le fiamme…chissà che non gli giovino un po’.
Ma nessuno lo dica agli spagnoli…

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©