Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Scalda i motori il Motorsannio-Pirelli, il trofeo Sud-Italia dei motard e dei quad


Scalda i motori il Motorsannio-Pirelli, il trofeo Sud-Italia dei motard e dei quad
27/02/2009, 14:02

I ragazzi del Trofeo Motorsannio-Pirelli si sono riuniti presso l’agriturismo “La vecchia torre” di Benevento per festeggiare i campioni della passata stagione, e rinnovare l’impegno a prendere parte alla decima edizione del campionato degli specialisti del motard e del quad. Ad organizzare quella che è stata definita una divertente giostra delle due ruote, sarà l’inesauribile Enzo Gnerre che a 48 anni ha ancora tanta voglia di stupire e vincere. Il sannita non si limita al lato gestionale, ma indossa anche la tuta da pilota; grazie all’astuzia nel leggere le fasi di gara è conosciuto come la volpe del Sannio, ed ha da difendere il titolo di campione della classe S2: “Anni fa – racconta la volpe – quando iniziai l’avventura del motard feci la promessa di arrivare a dieci stagioni. Oggi posso dire di esserci quasi riuscito. Come pilota ho raccolto tanto, con sette titoli all’attivo. Come organizzatore i risultati dicono che siamo l’unico campionato con carattere meridionale. A festeggiare con me la vittoria del 2008 sono il pugliese Gennaro Lettini, il napoletano Giacomo Mancino, e l’irpino Marcello Iannaccone. Il primo ha fatto poker nella S1. Il secondo è stato il primo ad aggiudicarsi lo scettro della classe S4, mentre il terzo ha dominato nei quad”. Il trofeo, che ha meritato l’appoggio di sponsor importanti come la Pirelli, sarà sempre più interessante, ed avrà la denominazione di campionato Sud-Italia: “ Le prove da disputare – svela Gnerre - saranno otto, che ci porteranno in giro per le piste della Campania, Puglia, Basilicata e Sicilia. Interessante sarà la prova del 24 maggio sulla pista di Sarno (Sa) in concomitanza della seconda edizione del Fashion Motor Event, la festa dei motori del mezzogiorno. Nei quad gareggeranno solo modelli di 450 cc. a marce. Nella classe S4 è esclusa la partecipazione di chi ha vinto un titolo o è arrivato nei primi tre delle altre classi. Per contenere i costi sarà possibile utilizzare un solo treno di gomme punzonato per gara. Un ringraziamento per l’aiuto consistente va alla federazione motociclistica italiana, sensibile alle nostre richieste. Il vincitore del 2009 avrà l’onore d’essere premiato a Roma assieme i piloti che hanno rappresentato l’Italia nel mondo. A seguire televisivamente i nostri appuntamenti sarà il gruppo Realty Communication, che trasmetterà sulle più importanti emittenti televisive delle regioni coinvolte le fasi salienti delle gare”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©