Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL MISTERO IRRISOLTO

Schiavi di un modulo


Schiavi di un modulo
11/03/2010, 15:03

Si fa male Dossena, Aronica costretto a giocare in difesa per le indisponibilità di Cannavaro e Grava, e chi ci ritroviamo come esterno sinistro di centrocampo contro la Fiorentina? Di nuovo Zuniga, più volte mostratosi inadeguato in quel ruolo.
Tutto questo perché per questo Napoli sembra impossibile giocare con la difesa a quattro: da queste parti sono passati Reja, Donadoni e Mazzarri, e tutti hanno optato sempre per la difesa a tre, pur avendo (soprattutto Reja e Donadoni) già praticato in altre squadre i quattro dietro. Da un lato non ci sentiamo di dargli torto, se 3 allenatori su 3 hanno scelto questo un motivo ci sarà. Infatti, tutte le volte che il Napoli è sceso in campo dall’inizio con la difesa a quattro (ricordiamo il Napoli – Empoli 1-3 del feb. 2008 ed il Napoli – Milan 2-2 di quest’anno) se ne sono viste delle belle dietro. Ma dall’altro, è possibile che nessuno sia in grado di insegnare a questa squadra come si gioca a quattro dietro quando la maggior parte delle squadre di serie A lo fa (ben 17 su 19. Oltre al Napoli solo Genoa e Livorno giocano a tre dietro.
Il dubbio sorge adesso perché contro la Fiorentina, considerando gli indisponibili e la possibilità Zuniga esterno di centrocampo a sinistra, è proprio la difesa a quattro quella che sembra essere più adeguata. Guardate quest’ipotesi di formazione (4-2-3-1), e diteci cosa ne pensate:
In porta: De Sanctis; in difesa, da destra a sinistra: Zuniga – Rinaudo – Campagnaro – Aronica; davanti alla difesa Gargano e Pazienza (o Cigarini); sulla trequarti: Maggio – Hamsik – Lavezzi; centravanti Denis o Quagliarella.
In questo modo almeno ognuno giocherebbe nel suo ruolo, ma perché non si possa fare resta un mistero.

Diego Nobile

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©