Sport / Formula1

Commenta Stampa

L'ex campione del mondo ormai non richiama sponsor

Schumacher, il declino delle vecchie glorie


Schumacher, il declino delle vecchie glorie
06/05/2010, 16:05

BERLINO - Fino a pochi anni fa nel mondo della Formula 1, Michael Schumacher era un nome che contava tanto e che attirava sponsor tranquillamente. Poi c'è stato il ritiro e quest'anno il campione tedesco è ritornato alla massimo campionato di velocità. Ma che tristezza: ormai il campione di un tempo non è più in grado di farsi apprezzare o ammirare per la sua guida e la sua velocità. E quindi non ha più quell'appeal che aveva nel richiamare sponsor.
Naturalmente si possono dare le colpe ad altri fatti: la crisi economica, che comunque ha colpito tutto il Circus, tanto che diverse scuderie non ce l'hanno fatta ad essere ammesse; oppure la presenza di un altro pilota, bravo e vincente - e soprattutto con molti anni in meno di Schumacher - come Sebastian Vettel. Almeno a questo si aggrappa Willi Weber, il manager di Schumacher, in una intervista alla Bild. Ma in realtà il punto è che ciascuno dovrebbe capire quando è il momento di ritirarsi. La Formula 1 è uno sforzo che consente di restare a lungo, perchè lo sforzo fisico è relativo, ma comunque ormai anche Schumi appartiene al passato. E non dovrebbe dare ascolto ai demoni della cupidigia, perchè così annebbia il suo passato, fatto di notevoli trionfi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati