Sport / Vari

Commenta Stampa

Sci: il napoletano Ramirez in azzurro


Sci: il napoletano Ramirez in azzurro
02/12/2011, 11:12

Lo sci napoletano si tinge d'azzurro. Il 16enne Mauro Ramirez ha preso parte a Madesimo ad un collegiale della nazionale di categoria diretto dai tecnici federali Joris, Valentini e Dalmasso. Tutti del nord gli altri sei convocati (Longo, Lucianaz, Maurberger, Paini, Villa e Zingerle), il più... meridionale abita a Torino.

Non è stato un collegiale come tanti altri. Da questi sette atleti usciranno i due nomi che prenderanno parte alle mini-Olimpiadi di Innsbruck, la più importante manifestazione Under 18. Ramirez ci spera, eccome: "Non sarà facile battere la concorrenza, ma in proposito sono molto fiducioso. Tutto dipenderà dai risultati delle prossime gare".

Il primo appuntamento è a Pfelders, in Trentino, 6-9 dcembre, si gareggia due volte in gigante e due volte in speciale. Ramirez partirà con... l'handicap: mentre i suoi avversari saranno costantemente su quella pista nei prossimi giorni, Mauro potrà farlo saltuariamente. Nella sua vita non c'è soltanto lo sci, c'è anche la scuola, che dal Trentino dista 800 chilometri. Il giovane Ramirez, infatti, frequenta a Napoli il quarto anno di liceo all'Istituto Sacro Cuore. "Preside e insegnanti mi danno l'opportunità di recuperare il tempo perduto quando mi alleno o gareggio al nord, non posso che ringraziarli". Ringraziamenti che Mauro estende agli sponsor Carpisa e Advanced Renting: "Senza il loro aiuto, andare su e giù per l'Italia sarebbe impossibile".

Mauro Ramirez è lo stakanovista dello sci napoletano. I suoi tecnici (Andrea Nosenzo, Marco Izzo e Ferdinando Fossati) vivono e lavorano al nord, per raggiungerli il giovane sciatore partenopeo fa praticamente il pendolare tra Napoli e Bardonecchia. Circa diecimila chilometri l'anno per coronore un sogno: diventare un campione in una disciplina che, per motivi di carattere metereologioco, non è la più adatta a chi è nato e vive a Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©