Sport / Vari

Commenta Stampa

Si dovrà verificare la porosità del materiale

Sci: Tina Maze rischia la squalifica per le mutandine di plastica


Sci: Tina Maze rischia la squalifica per le mutandine di plastica
10/01/2012, 19:01

SVIZZERA - La Fis (Federazione internazionale dello Sci) ha sequestrato la "biancheria intima" della sciatrice slovena Tina Maze. Il motivo è semplice, verificare se le "mutandine" della sciatrice siano conformi ai regolamenti.
In realtà, parlare di "mutandine" è improprio: al di sotto della tuta da gara, le sciatrici usano un capo d'abbigliamento più ampio, quasi una seconda tuta a diretto contatto con la pelle. Ma dopo il secondo posto che la Maze ha conquistato nel supergigante di Bal Kleinkirchen domenica scorsa ha provocato il reclamo della Svizzera. L'accusa è che la "biancheria intima" sia eccessivamente rigida, permettendo quindi un aiuto aerodinamico, Di conseguenza adesso l'indumento verrà esaminato per stabilirne rigidità e porosità e verificare se questi parametri sono entro i limiti fissati dai regolamenti sportivi.
La decisione della Fis a sua volta ha scatenato le proteste della squadra slovena, che accusano l'atleta Anna Fenninger (svizzera, che domenica si è piazzata dietro la Maze) di usare una "biancheria" altrettanto rigida

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©