Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Scommesse, sequestrato pc di Gianluca di Marzio


Scommesse, sequestrato pc di Gianluca di Marzio
06/07/2011, 20:07

 Un verbale di interrogatorio di sette pagine, quasi interamente ''in bianco'' perche' coperte da omissis. Tanto che non e' indicato neppure il nome dell'autore delle dichiarazioni che potrebbero produrre presto sviluppi clamorosi in una delle inchieste sul calcioscommesse condotte dalla procura di Napoli. Si tratta dell'indagine avviata dal procuratore aggiunto Giovanni Melillo e dai pm Antonello Ardituro, Danilo De Simone e Vincenzo Ranieri i quali avrebbero messo nel mirino gia' diverse partite dei campionati di calcio conclusi a maggio, compresi alcuni incontri di serie A. L'inchiesta e' coperta dal massimo riserbo e ne e' prova il verbale dell'interrogatorio di ''persona sottoposta a indagini'' svoltosi nell'ufficio della procura al Centro Direzionale il 15 giugno scorso. Dalle poche frasi non omissate si ricava che il personaggio interrogato e' interno al mondo degli scommettitori. Il passaggio piu' significativo e' contenuto a pag. 6 dove il ''pentito'' afferma: ''non ricordo con precisione la somma messa a disposizione da....ma sicuramente si trattava di decine di migliaia di euro per ogni giocatore disponibile''. L'uomo, secondo quanto riportato nel verbale, afferma tra l'altro di conoscere ed essere stato in rapporti con l'ex calciatore Michele Cossato in relazione a scommesse e informazioni su partite. Nell'ambito dell'inchiesta nei giorni scorsi furono sequestrati dalla squadra mobile, su ordine dei magistrati di Napoli, alcuni computer appartenenti, tra gli altri, a Cossato e al giornalista Gianluca Di Marzio, esperto di calciomercato, i quali risulterebbero al momento entrambi sottoposti a indagine.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©