Sport / Vari

Commenta Stampa

SCONTRI ROMA-NAPOLI: MANTOVANO PROMETTE LINEA DURA SUGLI ULTRAS


SCONTRI ROMA-NAPOLI: MANTOVANO PROMETTE LINEA DURA SUGLI ULTRAS
01/09/2008, 10:09

Saranno giudicati per direttissima i 5 tifosi arrestati ieri nella Capitale dalla polizia per i disordini prima di Roma - Napoli. Intanto sono ancora in corso le indagini delle forze dell'ordine. Nelle operazioni svolte dagli uomini della Polizia nella zona dello Stadio Olimpico sono stati effettuati diversi arresti e denunce. Prima dell'incontro sportivo un tifoso 21enne della Roma, C.G., e' stato arrestato dagli agenti della Digos sul Lungotevere Maresciallo Diaz, mentre cercava di liberarsi di un martello con testa cilindrica di ferro e manico di legno del peso di 800 grammi. Un altro tifoso romanista, SL.A., di 23 anni, e' stato arrestato per possesso di oggetti esplosivi, mentre un supporter giallorosso ventenne, F.L., e uno della Lazio, C.G., di 28 anni, sono stati denunciati per possesso di oggetti pirotecnici. Arrestato poi per rapina un altro giovane, C.G., 23enne tifoso della Roma. Intanto Giancarlo Abete, presidente della Figc, parla della necessità di "debellare un branco di delinquenti". E le reazioni agli incidenti sono anche politiche. "Quanto è accaduto a Napoli avrà un seguito" e dal tessuto normativo già applicato"ripartiremo senza riguardo per nessuno esenza comprensione per nulla". Lo dice il sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano, intervistato dal Giornale. Sugli ultrà napoletani, Mantovano sostiene che sia stata data loro troppa fiducia poiché "Osservatorio e Casms (Comitato analisi sicurezza manifestazioni sportive) avevano confidato sui buoni risultati dello scorso campionato".

 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©