Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Scopriamo Antonio Scognamiglio


Scopriamo Antonio Scognamiglio
28/12/2010, 14:12

Napoli è una città dalle molteplici anime, molte positive, alcune negative. Alle falde del Vesuvio è forte una tradizione motociclistica, fatta di tanti centauri che amano e vivono in tutte le salse la passione per la moto. Tra i motociclisti ci sono anche giovani promesse, che sognano di potersi affermare a livello internazionale, per sventolare sempre più in alto la bandiera azzurra che simboleggia i colori della città di Partenope. In particolare c’è Antonio Scognamiglio, che a soli otto anni è più di una baby promessa. Il piccolo Antonio ha iniziato a muovere le prime ruote a soli tre anni, sulla pista di minimoto di proprietà del padre Roberto. Oggi ogni giorno, dopo aver finito i compiti, indossa casco e tuta per divertirsi in circuito: “Frequento – dice il pilota del Nuovo Moto Club Napoli – la terza elementare, e la scuola mi piace, ma la minimoto di più! Non c’è giorno che non salgo in sella, perché guidarla mi diverte tantissimo. Questo è possibile grazie a papà che gestisce il Circuito Internazionale di Napoli. Fino a quest’anno ho gareggiato solo a delle prove a carattere regionale, ma l’anno prossimo mi aspetta il campionato italiano”. La categoria Esordienti del Campionato Italiano Minimoto è quella dove i giovani talenti dello stivale si sfidano, autentica fucina dei campioni del domani: “Sarà – spiega con piglio deciso Antonio – una bella avventura. Non conosco quali saranno i miei avversari, ma spero di farmi conoscere presto. Fondamentale sarà maturare tanta esperienza. Il mio idolo è Casey Stoner, perché adoro la sua guida aggressiva e sempre al limite. Mi piacerebbe un giorno ripercorrere i suoi passi, magari proprio in sella ad una Ducati, marchio che ho nel sangue, grazie al fatto che in famiglia hanno tutti un cuore desmodromico”. Sarà ancora piccolo Scognamiglio, ma ha le  idee chiare….

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©