Sport / Vari

Commenta Stampa

SCOPRIAMO RICCARDO RUSSO


SCOPRIAMO RICCARDO RUSSO
15/01/2009, 17:01

Sedici anni sono pochi se rapportati al cammino di una vita, ma per chi ha nel sangue la voglia di giungere per primo al traguardo sono un’età cruciale, fatta di scelte fondamentali.

Scelta che ha fatto il casertano Riccardo Russo, il quale dopo anni trascorsi a primeggiare sulle minimoto, parteciperà questa stagione al campionato italiano velocità nella classe 125.  Mio padre Antonio – racconta Riccardo – è titolare di un impianto dove gareggiano le minimoto ed i kart, e sin da piccolo ho respirato aria di corse. Quando avevo 11 anni in sella ad una minimoto curata da lui, mi classificai per le fasi finali del campionato italiano nella categoria Junior C. L’anno successivo vinsi il primo titolo regionale nella Senior, conclusi quinto all’italiano”.

La minimoto comincia ad andare stretta al piccolo Russo, e nel 2007 partecipa alla selezione 125 Gp Aprilia, dove viene scelto: “ L’esperienza delle minimoto – spiega – mi è servita molto nel capire la guida di una moto 125. Il momento più bello ed emozionante di  quella stagione fu la vittoria strappata con i denti sulla pista di Misano. In campionato finì terzo, e sinceramente mi aspettavo una riconferma da parte dell’Aprilia, che invece non c’è stata”.

Smaltita la delusione, Riccardo affronta con grinta la difficile avventura della Coppa Italia, in sella ad una Honda: “ La moto era bellissima – ammette – ma esigeva una guida particolare, che ho fatta mia solo a partire da metà stagione. Il dodicesimo posto colto in classifica in fondo mi ha gratificato, e devo ammettere che non mi aspettavo un livello alto degli avversari”.

Per quest’anno il salto nel campionato italiano velocità, sotto l’egida del Team Ellegi di Latina: “ L’esser un outsider – afferma Russo – non mi frenerà dal correre con l’obiettivo di arrivare nel gruppo dei primi alla bandiera a scacchi. Ritornerò a guidare un’Aprilia, anche se avrà caratteristiche diverse dalla moto guidata nel passato. Il mio sogno nel cassetto è poter un giorno confrontarmi con il mio idolo Valentino Rossi, e per realizzarlo dovrò vincere tanto; spero d’iniziare già da quest’anno”.

 

 

 

 

Commenta Stampa
di Alfredo di Costanzo
Riproduzione riservata ©