Sport / Vari

Commenta Stampa

La squadra di Napoli batte in finale il team milanese

Scudetto alla squadra di Beach Soccer partenopea


.

Scudetto alla squadra di Beach Soccer partenopea
17/09/2009, 17:09

Sulla carta sono gli sfavoriti. Gli avversari che devono affrontare alla finalissima sono considerati da tutti i più forti in assoluto; gli imbattibili. In effetti la partita inizia male: tre a zero secco che si tramuta poi in 4-1. C’è però qualcosa che batte nel petto e che è più forte del pronostico, più forte della tecnica, più forte degli avversari; più forte dei più forti. Questo qualcosa è il cuore dei ragazzi della squadra Napoletana di Beach Soccer che, sotto di tre goal nella finale contro il team di Milano, riescono a ribaltare il punteggio e a vincere per 6-5.
Sembra  la storia di un romanzo che soffre di retorica trionfalista e invece,quasi incredibile a credersi, quest'impresa da batticuore è semplice e pura realtà. I protagonisti sono i 10 membri del “Napoli Beach soccer”: Luigi Salemme, Marcello Ariel, Carmine Esposito, Luciano Nicolas, Salvatore di Maio, Franco Pala, Federico Lopez Hilaire, Antonio Pisani, Alessandro Tiberi e Diego Armando Maradona Jr. Tre di loro sono già stati convocati in nazionale. A ringraziarli e premiarli con coppa e targhette, nella conferenza appositamente organizzata nella sala giunta del Comune di Napoli, c’erano anche il sindaco Rosa Russo Iervolino e l’assessore allo sport Alfredo Ponticelli.
Molto emozionata Cristiana Sinagra, presidente della squadra azzurra e madre di Diego Jr. Ancora più emozionato lo stesso Diego che ai microfoni ha dichiarato:”Non credo che mi ricapiterà di vivere un’esperienza così bella”. Parole di stima ed orgoglio espresse anche dal Sindaco Iervolino che, riferendosi al 10 vincente, ha parlato di importantissimo esempio di positività sportiva “made” in Napoli; elogiando i giovani campioni per la sportività, l’enorme disciplina e l'armonia dimostrate durante la finalissima. Unanimi, infatti, sono stati i riconoscimenti agli atleti azzurri che, anche quando sono stati sotto di tre goal, hanno mantenuto un atteggiamento di assoluta correttezza sportiva e morale. Complimenti e parole d’incoraggiamento anche da parte di Alfredo Ponticelli:”
Bisogna riconoscere a questi ragazzi il merito di aver portato in alto il nome della città di Napoli e di essere riusciti a realizzare un piccolo miracolo sportivo”; ha difatti commentato l’Assessore allo sport.
Ponticelli ha però anche parlato dei problemi e degli affanni che devono affrontare lo sport in Campania. Le squadre maschili e femminili di Basket e Pallanuoto partenopee sono infatti in piena difficoltà e non riescono a trovare sponsor che le finanzino. Dal comune, intanto, si promette una legge per assicurare sgravi fiscali a squadre ed aziende private che decideranno di investire nel settore sportivo. Altra promessa, ritornando al Beach Soccer, è quella di organizzare una tappa del prossimo campionato proprio nella città Pulcinella. Intanto, i vincitori dello scudetto, sfileranno allo Stadio S. Paolo in occasione della prossima gara casalinga del Napoli: un’altra grande emozione per Maradona Jr e gli altri 9 del dream team azzurro.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©