Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA DE LAURENTIIS

"Se parte Lavezzi, ne arriva uno più forte"


'Se parte Lavezzi, ne arriva uno più forte'
09/08/2011, 21:08

De Laurentiis scopre le carte. L'obiettivo per infiammare il San Paolo è Giuseppe Rossi, e il presidente si sta muovendo di persona. «L'ho chiamato - confessa a Sky Sport 24 -. Un mese fa aveva l'ambizione di andare al Real o al Barcellona, è normale, non mi ha detto no ma questo accadeva circa quattro settimane fa. Ho parlato con il Villarreal. Loro non mi hanno più chiamato, ora li cercherò di nuovo. Sono disposto anche a prenderlo quest'anno e lasciarlo un altro anno in Spagna. Comunque se si farà un acquisto sarà per l'anno prossimo». Ecco il piano per tornare alla carica: «L'ho trovato un ragazzo molto pacato, meravigliato della mia telefonata, siamo stati dieci minuti al telefono, mi ha ringraziato, si è dichiarato onorato della mia attenzione. Io tornerò alla carica, vado a Barcellona il 22, mi tratterrò il 23 e il 24 per vedere come è organizzato il Barcellona, per poterlo poi ricreare. Vedremo stando in Spagna quello che succederà».

CALCIOMERCATO - Il calciomercato per quest'estate è chiuso, ma per le occasioni o i grandi colpi De Laurentiis non chiude mai: «È finito il calciomercato per la stagione del signor Mazzarri, fermo restando che c'è sempre il mercato di riparazione. Ma io sono un uomo coerente. Ho detto e ripeto che per il Napoli il mercato è sempre aperto».

VUCINIC - De Laurentiis rivela anche che ha cercato di prendere Vucinic: «Ho parlato con Vucinic, mi ha detto 'non voglio rimanere in Italia per miei problemi personali, voglio andare in Inghilterra'. Avevo offerto più della Juve, prima della Juve. Io ho cominciato a parlare personalmente con i calciatori. Non voleva venire, avevo parlato con lui e con la Roma, ma non devo convincere una persona a venire a Napoli. Uno che sceglie Torino va benissimo lo stesso, è andato in un grandissimo club».

LAVEZZI - Scambio Lavezzi-Balotelli? De Laurentiis non dice no: «Lavezzi, dal mio punto di vista così come da quello dell'allenatore, è un giocatore su cui puntiamo, ha una clausola rescissoria nota, se qualcuno mette sul piatto questa cifra e qualora il ragazzo volesse quella società saremmo costretti a cederlo e faremmo di tutto per sostituirlo. Balotelli non lo conosco di persona, ma ha una personalità dirompente, che può anche sfasciare tutto e non voglio che lo faccia da noi. Quando avrà dimostrato che sono finiti gli excursus notturni, le spaccature dei parafanghi delle auto da corsa, e le distrazioni che gli impediscono di esprimersi al massimo, saremo noi a farci avanti con Balotelli». Di una cosa è certo De Laurentiis: «Se dovesse partire Lavezzi arriverà un giocatore più forte».

fonte:corrieredellosport.it

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©