Sport / Motorsport

Commenta Stampa

SEAT Sport difende la leadership del WTCC in Giappone


SEAT Sport difende la leadership del WTCC in Giappone
29/10/2009, 12:10

Il team SEAT Sport si trova di fronte a una sfida impegnativa nel penultimo appuntamento del Campionato Mondiale Turismo WTCC 2009, che si terrà l’1 novembre sul circuito di Okayama, in Giappone. Sebbene la pista sia più favorevole alle vetture a trazione posteriore, tutti i membri della squadra SEAT partono per il Giappone decisi a rimanere in testa alla classifica, per poter essere nella migliore posizione possibile in vista della gara finale di Macau. Questa determinazione è frutto anche delle due vittorie ottenute a Imola nell’ultima gara Europea del WTCC, grazie alle quali il Marchio spagnolo ha consolidato la sua leadership.

Gabriele Tarquini e Yvan Muller sono attualmente in testa della classifica Piloti, e la SEAT guida quella Costruttori. Tarquini ha 109 punti, seguito da Muller con 102, e il rivale Augusto Farfus (BMW) 91: è chiaro quindi che la partita finale si giocherà tra i piloti della SEAT e della BMW.

Gabriele Tarquini è focalizzato sulla tattica più efficace per la squadra: “Credo che i piloti della SEAT debbano restare più sulla difensiva rispetto a Imola, dove ci siamo impegnati ad attaccare, perché in questo caso il tracciato non è favorevole alle nostre vetture. Il mio obiettivo personale è conquistare il maggior numero di punti per il team”. Della stessa opinione Yvan Muller, che aggiunge: “Il meteo sarà un fattore determinante della gara. Il nostro obiettivo è mettere la SEAT nelle migliori condizioni possibili per portare a casa il titolo Costruttori, solo in un secondo momento inizieremo a pensare al titolo Piloti.
Il circuito di Okayama è difficile e completamente imprevedibile a causa dei continui cambiamenti delle condizioni meteorologiche, perciò è difficile fare qualsiasi previsione sul risultato”.

Nella categoria Costruttori, la SEAT conduce la classifica con 271 punti, seguita dalla BMW con 250; la Chevrolet (175 punti) e la Lada (78) sono fuori dalla corsa per il Campionato. I punti che possono essere accumulati da un singolo Marchio per ogni gara sono 18, quindi ci sono 72 punti da conquistare (nelle due gare in Giappone e nelle due di Macau); perciò difficilmente il Campionato sarà deciso già dopo il primo appuntamento in territorio asiatico.

I 3.703 metri del circuito si trovano nelle vicinanze della città di Okayama e a circa 200 km da Osaka. Il tracciato originario è stato ripristinato nel 1994 per ospitare le gare della Formula 1, e in seguito è stato certificato per le competizioni motoristiche internazionali. Si trova in una valle circondata da montagne ricoperte di fitti boschi, spesso piovosa. Lo scorso anno, la pioggia è stato il fattore determinante nelle vittorie di Rickard Rydell sulla sua SEAT Leon TDI Turbodiesel e di Tom Coronel sulla SEAT Leon TFSI.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©