Sport / Basket

Commenta Stampa

Serapide batte Pozzuoli 79 – 71


Serapide batte Pozzuoli 79 – 71
22/11/2009, 20:11

CENTRO SERAPIDE POZZUOLI: Barbieri ne, Innocente 9, Scorrano 15, Di Napoli 16, Regio ne, Velocci 3, Andrè 4, Errico 4, Porta 17, Sannino ne.
Coach Pepe.

SIRACUSA: Corvino 7, Ventura, Giuffrida 23, Agosta 14, Nesti 9, Iannuzzi 2, Cornejo 10, Lombardo 3, Raffaele 3, Tredici . All. Marletta.

ARBITRO: Petraroli di Lecce e Modesto Stoppa di Putignano a Mare (Ba).
PARZIALI: 16 – 19, 28 – 32, 50 – 47.
USCITI PER FALLI: Porta (CSP).

Non c’è gloria per il Centro Serapide Pozzuoli contro la capolista Siracusa che, però, deve penare tanto per uscire dal PalaErrico con la posta in palio. Finisce 68–71 per gli aretusei una partita per larghi tratti combattuta, avvincente, in cui i flegrei hanno fatto la loro onesta figura.

Subito grande intensità in campo, in particolare in difesa con le percentuali realizzative delle due squadre che né risentono. I rimbalzi premiano entrambi i quintetti, ma al 5° il punteggio sorride ai gialloblù molto vivi (8–6). Un paio di passaggi a vuoto offensivi dei campani consentono ai siciliani di portarsi in vantaggio con Agosta e Corvino (8–12 al 6°). La sterilità offensiva dei padroni di casa prosegue e così coach Pepe decide di ricorrere al time out a 150” dalla fine. Al rientro le percentuali schizzano verso l’alto su entrambi i fronti: 8–7 per il 16–19 del 10°.

Difese ad uomo molto attente nella prima metà del secondo periodo: pochi spazi per gli attacchi che faticano a produrre. Qualche falla s’apre in quella puteolana, mentre quella isolana è molto arcigna, fa collezionare palle perse e ferri al Centro Serapide che al 26° è sotto di 6 punti (22–28). Giuffrida e Nesti provano a punire i nuovi ferri collezionati dai flegrei, ma nel finale Di Napoli (5) e Scorrano (2) trovano i canestri necessari per accorciare le distanze al 20° (28–32).

Partenza lanciatissima dei gialloblù subito a segno con i primi due possessi (33–34) poi non lo fanno nei successivi e Giuffrida li ricaccia dietro (33–38). I campani sono vivi, riprendono a giocare come niente fosse: difendono forte, riprendono a segnare e prima con Porta e poi con Di Napoli vanno per due volte in vantaggio. E’ Nesti a riportare avanti gli ospiti: 41–42 al 27°. C’è una sospensione, al rientro si continua a giocare con grande intensità da ambo le parti, con il risultato sempre in bilico. Ci pensano Innocente ed Errico ad indirizzarlo verso il proprio team (50–44 al 29°). Con un gioco da 3 Agosta riavvicina la sua formazione (50–47 al 30°).

Avvio deciso dei viaggianti che pareggiano immediatamente con il personale di Lombardo ed il facile canestro in contropiede di Giuffrida (50–50 dopo 44”). La premiata coppia riporta avanti i siracusani con i padroni di casa che faticano a bucare la retina (52–53 al 33°). Urge un time out che migliora di poco le percentuali, mentre Cornejo e Giuffrida sono sufficientemente prolifici (4 lunghezze a testa): 56–61 al 36°. Si scalda improvvisamente Porta che con 8 punti consecutivi consente al Centro Serapide d’impattare a quota 61 al 37° e di tenersi ancora vicino agli avversari a bersaglio con Corvino, Giuffrida ed Agosta (64–69 al 38°). Sospensione per gli aretusei, poi al rientro si segna tanto: 68–71 a 22” dalla sirena quando coach Marletta ricorre ad un altro time out. Non a bersaglio l’ultimo tiro dei flegrei che commettono fallo, ma Agosta non segna i liberi.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©