Sport / Calcio

Commenta Stampa

Serie A Calcio a 5 - Il Napoli sconfitto 6-2 dalla Luparense


Serie A Calcio a 5 - Il Napoli sconfitto 6-2 dalla Luparense
26/11/2012, 15:35

NAPOLI: Ranieri, Frosolone, De Luca, Bellico, Campano, Emer, Melise, Sartori, Zamboni, Pizetta, Bico, Garcia Pereira. All.: Tarantino
LUPARENSE: Cavicchio, Secchieri, Pedotti, Faccin, Honorio, Merlim, Canal, Rogerio, Buonanno, Caputo, Saiotti, Putano. All.: Colini
ARBITRI: Jacopo Stragapede (Roma), Mario Donati (Foligno) cronometrista:
Vincenzo Francese (Battipaglia)
RETI: primo tempo 5'41 Rogiero (L), 7'31" Pedotti (L), 13'01" Bico (N), 19'14"
Pizetta (N), 19'34" Honorio (L); secondo tempo 6'36" Canal (L), 10'57" Rogerio (L), 16'26" Merlim (L)
NOTE: spettatori 600 circa

Troppo forte la Luparense per un Napoli bello (soprattutto nel primo tempo) e sfortunato. Gli azzurri escono tra gli applausi dei 600 sostenitori mentre gli uomini di Colini mettono la freccia e scavalcano i partenopei in classifica.
Il primo tempo è ricco di emozioni. La partenza dei campioni d'Italia in carica è choc per Napoli, che dopo meno di otto minuti si trova sotto di due reti. La prima marcatura porta la firma di Rogerio, bravo a chiudere da sotto misura un'azione prolungata degli ospiti. La rete dello 0-2 è invece opera di Pedotti, fortunato in un rimpallo su un rinvio affannoso di Pizetta. Gli azzurri rischiano anche di andare sotto di tre gol, ma Garcia Pereira si supera
(12') prima su Merlim e poi su Honorio. Un minuto dopo gli uomini di Tarantino accorciano le distanze con Bico, bravo a ribattere in rete una precedente conclusione di Sartori deviata sul palo da Cavicchio. All'ultimo minuto Napoli riesce a pareggiare con Pizetta, che sul secondo palo corregge in rete un tiro da fuori di De Luca. Gli azzurri però non riescono ad amministrare il risultato e pochi secondi dopo è Honorio a fissare il risultato del primo tempo sul 2-3 per la Luparense.
Nella ripresa non c'è storia: gli ospiti dilagano mentre il Napoli cozza contro uno straordinario Cavicchio, bravo a salvare almeno tre nitidissime palle-gol. La rete del 2-4 per i veneti è siglata da Canal, bravo a chiudere una manovra che porta la palla prima tra i piedi di Honorio e poi tra quelli di Caputo. Quattro minuti dopo campioni italiani ancora a segno con Rogerio, la cui conclusione a sorpresa passa tra una selva di gambe. Il definitivo 2-6 porta invece la firma di Merlim che non lascia scampo a Garcia Pereira.

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©