Sport / Calcio

Commenta Stampa

I risultati della 29.ma giornata

Serie A, l'Inter sbaraglia la Reggina


Serie A, l'Inter sbaraglia la Reggina
22/03/2009, 18:03

Nella 29.ma giornata di Serie A l’Inter si è tenuta stretta il primo posto in classifica, con sette punti di vantaggio sulla Juventus, affibbiando un sonoro 3-0 alla Reggina davanti ai tifosi festanti del Meazza. Vantaggio nerazzurro firmato Esteban Cambiasso, sul filo del fuorigioco al minuto 6 del primo tempo. Raddoppio quattro minuti dopo di Zlatan Ibrahimovic, che con un calcio di rigore assesta il temporaneo 2-0. Al 58’ è sempre Zlatan a chiudere la partita, con un tiro lob a limite dell’area di rigore, per infilare la palla dove il portiere non sarebbe mai arrivato.

Batosta di quelle che non si scordano, invece, per la Roma di Spalletti, che nell’anticipo di ieri in casa è riuscita a rifilare un solo gol alla Juventus, osservando invece per ben quattro volte il pallone che si infilava dentro la propria rete. 

Genoa disteso sull’Udinese
Il Genoa del principe Milito ha superato l’Udinese al Luigi Ferraris sbloccando al 60’ con Sculli e raddoppiando al 94’ con Milito. I bianconeri costretti a chiudere il match in dieci dopo l’espulsione di Sanchez al 72’, il cui applauso ironico verso l’arbitro non è piaciuto al direttore di gara. Il grifone mantiene così il quarto posto forte dei suoi 51 punti, a due lunghezze dalla Fiorentina e a cinque della Roma. L’Udinese resta bloccata a 36 punti. 

Il Cagliari vince sul Bologna

L’eroe del giorno si chiama Robert Acquafresca, ed ha portato in vantaggio il suo Cagliari al 45’. Con i tre punti conquistati i sardi arrivano a 42 punti, mentre il Bologna resta impaludato al quartultimo posto con 26 punti.

Il Chievo tira un sospiro di sollievo
Tre punti importanti quelli guadagnati dal Chievo, che battendo il Palermo per 1-0 al Bentegodi ha raggiunto quota 30 punti; i siciliani restano invece fermi a 42 punti. Rete decisiva messa a segno da Luciano al primo minuto di recupero del primo tempo. Dal 36’ i palermitani hanno giocato in dieci per l’espulsione di Mattia Cassani.

Lecce e Atalanta in parità
Nessuno sconfitto e nessun vincitore nel match che ha visto contrapporsi il Lecce e l’Atalanta, concluso 2-2. Al Via del Mare di Lecce Fabio Caserta al 9’ ha aperto le marcature, ma al 30’ è arrivata la risposta dell’Atalanta firmata Simone Padoin e, al 48’, lo stesso Padoin ha ribaltato il risultato portando in vantaggio gli ospiti. Il Lecce ha pareggiato in extremis, con un calcio di rigore battuto da Caserta al 91’. L’Atalanta è a metà classifica con 40 punto, il Lecce è penultimo con 24 punti, con quattro lunghezze di margine sul fanalino di coda Reggina.

Fiorentina sale a 49 punti
E’ bastato solo un gol ai viola per affermarsi sul Siena, con un tiro di Mutu al 72’. La Fiorentina arriva a 49 punti, con un distacco di 2 punti dal quarto posto dove è saldo il Genoa e con un vantaggio di tre lunghezze sulla Roma. Il Siena si ferma a quota 31.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©