Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Mazzarri: "E' un campo che non si può accettare in serie A"

Serie A: Stadio San Paolo, il debutto della vergogna

De Laurentiis: "La colpa è di un fungo. Può capitare"

.

Serie A: Stadio San Paolo, il debutto della vergogna
03/09/2012, 11:26

"Quello del San Paolo è un campo che non si può accettare in serie A: è uno spettacolo brutto ed è anche rischioso per i giocatori. Bisogna intervenire subito, per rendere il manto erboso degno del palcoscenico della massima serie".

Sono passati pochi minuti dalla fine della partita Napoli-Fiorentina al San Paolo che è lo stesso Walter Mazzarri ad aprire il dibattito su quello che il giorno dopo i giornali soprannominano ‘Lo stadio della vergogna’. Tutta colpa delle condizioni del terreno di gioco. Il manto erboso è del tutto assente. Il campo del San Paolo si presenta come una polveriera, un campo di patate, che ad ogni passo dei giocatori si frantuma in mille pezzi che volano per aria.

"Bisogna fare qualcosa in fretta – prosegue Mazzarri - noi siamo pronti sempre ad assumerci le nostre responsabilità, adesso sta a chi di dovere offrirci un buon campo già per Napoli-Parma”. Il tecnico azzurro auspica che già per il 16 settembre il terreno di gioco sia migliore e azzarda pure una battuta: "Oggi sembrava più una spiaggia che un campo sportivo. Per prepararci a questa partita - ha detto - avremmo dovuto allenarci sulla spiaggia, magari lo faremo visto che Castel Volturno è vicina al mare". Anche il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Montella, ha commentato con una battuta le condizioni del terreno di gioco: "Mi ha riportato alla mia infanzia - ha detto - quando da ragazzino si giocava su campi del genere ed eravamo pure contenti".

E allora tutti a puntare il presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis, ed il sindaco della città, Luigi De Magistris, accomodati in Tribuna Azzurra, quella riservata alle autorità, che assistono alla partita con la faccia di chi non vuole incrociare sguardi interrogatori. Perché questa ennesima figuraccia ‘regalata’ alla nostra città ed al nostro calcio?

Solo pochi mesi fa i due riempivano le cronache con i loro mille buoni propositi: riqualificare stadio e quartiere di Fuorigrotta. Addirittura presidente e primo cittadino promisero che lo stadio San Paolo, nel suo restyling mai nemmeno avviato, avrebbe assunto le somiglianze dell’Allianz Arena di Monaco di Baviera.

L’assessorato allo Sport del Comune di Napoli, dal canto suo specifica prontamente: “La manutenzione del terreno di gioco spetta alla società sportiva Calcio Napoli”. La stessa società, in una conferenza stampa antecedente la partita aveva precisato: "Ci sono stati una serie di eventi che hanno ridotto il terreno di gioco in quello stato: innanzitutto un fungo sviluppatosi in prossimità delle panchine, poi le temperature eccessivamente torride: ci sono stati picchi di 51° sul terreno di gioco".

Ci pensa il presidente del Napoli a levare ogni dubbio: “La responsabilità è nostra – ammette De Laurentiis”. Che sia questo l’intento del patron azzurro quando in pieno agosto dichiarava di volersi dedicare all’agricoltura? 

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©
GLI ALTRI VIDEO.

Correlati