Sport / Calcio

Commenta Stampa

Bene Napoli e Sampdoria, brutto stop per Milan e Fiorentina

Serie A: tutti i risultati della 34esima giornata


Serie A: tutti i risultati della 34esima giornata
18/04/2010, 17:04

A meno di un'ora dal sempre infuocato derby tra Roma e Lazio, la situazione in alta classifica preannuncia una battaglia entusiasmante per Champions ed Europa league che, calendario e differenza punti alla mano, si giocherà fino all'ultima gara. Durante la 34esima giornata ci sono tre sconfitte eccellento; con la Juventus che si piega per 2-0 all'Iter, il Milan che sigla il goal del vantaggio in casa della Sampdoria ma che poi si fa rimontare e battere per 2-1 e la Fiorentina che si arrende a Bergamo consegnando all'Atalanta un vitale 2-1 in chiave salvezza.
Recupera con due goal nei minuti di recupero il Palermo che, nella prima frazione e per tutto il secondo tempo, pareva destinato a perdere in quel di Cagliari: 2-2 il risultato finali e punto insperato strappato via. Fa bene anche il Napoli in casa del Bari: 2-1 grazie ad una splendida dobbietta di Lavezzi alla quale risponde Almiron. Bellissima partita a Parma dove, i gialloblu, devono soccombere ad un ottimo Genoa che ne sigla 3 subendone solo 2. In zona salvezza il Lavorno è già affondato nuovamente ieri a Verona; con il 2-0 subito che lo condanna ad una retrocessione quasi matematica. L'Udinese agguanta al 91 il sorprendente Bologna grazie all'1-1 siglato dal solito Di Natale. Il ultimo c'è il pareggio nel bel match disputato da Catania e Siena: 2-2 ed un punto ciascuno che serve molto più alla squadra siciliana che ai bianconeri.

LA CLASSIFICA
Nella zona alta della classifica la gara per lo scudetto è ancora apertissima, con l'Inter prima a quota 70 e la Roma subito sotto con 68 punto e una partia in meno. Dopo l'ennesimo scivolone il Milan resta impantanato a 64 punti e comincia a guarda con un po' più di preoccupazione la Sampdoria arrivata a quota 57. Poco sotto, con 55 punti, c'è il Palermo; marcato stretto dal Napoli che con la vittoria odierna sale a 52. Un punto più sotto, fuori anche dall'Europa League, c'è l'irriconoscibile Juventus inseguita, a sole tre lunghezze, dal redivivo Genoa. Poi la delusa e deludente Fiorentina ancora ferma a quota 46 che divide la classifica con il Parma. A tre punti c'è il Bari seguito, due lunghezze più sotto, da Cagliari e Chievo. In zona bassa guidano il Catania (40) e l'Udinese (39). La Lazio, con i suoi soli 37 punti, attende lo scontro con la Roma e guarda con timore al sempre pericoloso Bolona (36). Chiudono Atalanta a 34, Siena a 30 e Livorno a 24.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©