Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Sette mila cuori azzurri a Cesena


Sette mila cuori azzurri a Cesena
09/09/2011, 09:09

I conti tornano e in quell'addizione senza frontiere consumata da Cesena a Man­chester prima di ritrovarsi tut­ti assieme ed appassionatamen­te al San Paolo, c'è la prova pro­vata d'una fede sconfinata: si parte, la palla al centro, lo zai­no in spalla, e comunque un bi­glietto in mano, per una setti­mana tinteggiata d'azzurro, da vivere stipati uno addosso al­l'altro. Prima tappa Cesena, la solita onda anomala, oppure anche un fiume che straripa: 6.852 pa­ganti complessivi in prevendi­ta, dei quali 4.385 circa diretti nel settore ospiti, in quello spic­chio di San Paolo errante che si mette in moto. "Ma non saran­no gli unici". E sì, e già, al Ce­sena lo hanno intuito: perché al Manuzzi - altrove - vengono annunciati i residenti al Nord, che se ne staranno tra la tribu­na e i distinti, macchie sparse qua e là che spingono a pensare ad almeno ottomila tifosi al se­guito. Un esodo. E non finisce qua, perché Manchester è vici­nissima, da ieri mattina, per al­tri duemila cin­quecento tifosi, per chi ha deci­so di starsene nella notte tra il mercoledì e il giovedì a dormi­re in sacco a pe­lo dinnanzi ai botteghini, per Renzo, che oggi si sposa e mer­coledì se ne va in viaggio di noz­ze all'Etihad Stadium, per chi è arrivato sul fotofinish prima che s'abbassase la saracinesca. Restano ancora poche chance per i ritardatari: al botteghino numero 5 dello stadio, stamani, si potranno trovare i rimanenti centocinquanta tagliandi che valgono il debutto in Cham­pions. Ma Napoli non vuol per­dersi neppure un fotogramma di questo avvio intrigante di stagione e il supermatch con il Milan, in pro­gramma tra dieci giorni, vola verso un tutto esaurito ormai scontato: quindicimila bi­glietti già requisi­ti, che vanno som­mati agli abbonati - non ancora co­municati - ma stimati intorno ai quindicimila. C'è soltanto mez­zo stadio a disposizione ed una città intera che aspetta: da Ce­sena a Manchester, per poi pre­sentarsi a casa. Cose da pazzi: cose da Napoli, insomma.

Fonte: Corriere dello Sport

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©