Sport / Calcio

Commenta Stampa

Sfida Italia-Brasile, Lippi: “Nessuna rivoluzione”


Sfida Italia-Brasile, Lippi: “Nessuna rivoluzione”
21/06/2009, 18:06

A poche ore dalla sfida con il Brasile, il cui esito sarà decisivo per il passaggio del turno in Confederations Cup, Marcello Lippi appare sicuro delle sue scelte e annuncia che la nazionale non cambierà in caso di sconfitta con Kakà e i suoi. Comunque vada a finire, replica il ct a chi gli rimprovera di non aver portato in Sudafrica una formazione sperimentale, non ci sarà alcuna rivoluzione. “Questi qui - assicura Lippi - sono i migliori giocatori che in questo momento l'Italia può dare alla nazionale. Sia chiaro, il progetto è questo.” Il commissario tecnico mette i puntini sulle i: “Nessuno pensi a chissà cosa succederà qualora le cose stasera andassero male”. “Possono fare o scrivere ciò che vogliono ma sia chiaro - puntualizza - che questo è il progetto. E poi, se avessi portato sei o sette giovani e avessimo perso contro una nazionale sperimentale, mi avrebbero chiesto 'perché siamo venuti con questa squadra'?"

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©