Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Signori: "E' Lavezzi che fa le fortune del Napoli"


Signori: 'E' Lavezzi che fa le fortune del Napoli'
28/03/2011, 14:03

A Radio Crc è intervenuto Giuseppe Signori, storica bandiera della Lazio:
“Per il primo posto mi sembra esagerato inserire la Lazio, ma questa è una squadra in ripresa dopo un brutto momento. La squadra di Reja verrà a Napoli a fare una partita con la voglia di vincere, perché sarebbe importante per la classifica e per una qualificazione in Champions. Per il Napoli sarà importante non perdere anche perché non credo che domenica si decida il campionato. Il Napoli è ovvio che in caso di vittoria si proporrebbe come una delle candidate per vincere il titolo ufficiale. I giocatori, l’allenatore e il presidente credo abbiano nascosto la voglia di vincere lo scudetto, usando l’espressione “è lecito sognare” ma quando sei in uno spogliatoio e guardi la classifica, ti rendi conto che ci sono le possibilità per vincere qualcosa di importante. Il Napoli era partito con ambizioni di Champions, ma non con quelle di essere a otto giornate dalla fine così in alto tanto da lottare per vincere lo scudetto. Battere la Lazio significherebbe proporsi come la candidata numero uno per poter vincere lo scudetto. A Roma c’è un ambiente particolare, credo che Reja non sia mai stato amato come allenatore però sta facendo delle cose importanti perché nemmeno quando la Lazio ha vinto lo scudetto aveva tutti quei punti, forse il gioco lascia un po’ a desiderare, ma ciò che conta è vincere, il come non importa a nessuno. Secondo me Mazzarri ha dato un’identità ben precisa alla squadra. Hamsik Lavezzi e Cavani sono tre giocatori importantissimi a prescindere dai numeri. Insieme fanno la differenza e quando manca uno dei tre il Napoli va in difficoltà. Cavani è la sorpresa più grande di questo campionato, ma il giocatore indispensabile secondo me è Lavezzi che va in profondità, fa assist eccezionali, è quel giocatore che fa la differenza".

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©