Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA CAVANI

Sono contento, farò molto bene a Napoli!


Sono contento, farò molto bene a Napoli!
17/07/2010, 18:07

Ecco le prime dichiarazioni da giocatore del Napoli rilasciate da Edinson Cavani a stadionews.it: "Sì, sono ormai del Napoli. Ho firmato. Sono molto contento di questa scelta, ma non voglio parlare di salto di qualità, per me è un’esperienza nuova. Avevo bisogno di nuove motivazioni, spero di fare molto bene a Napoli. Mi dispiace - ha continuato Cavani - se i tifosi del Palermo mi insulteranno per essere andato al Napoli. A loro voglio molto bene, devono capire che il calcio è anche questo. Siamo dei professionisti, a volte le strade si dividono. Il Palermo e i tifosi del Palermo mi hanno dato tanto, spero che mi saluteranno e mi vorranno sempre bene, ma era ora di cambiare pagina. Io volevo cambiare aria, ma anche il Palermo aveva capito che era il momento di cedermi. E’ stata una decisione di comune accordo. Ci siamo detti addio consensualmente. Voglio solo evidenziare che non sono andato via per soldi, quello mai. Per me è un momento particolare della mia carriera, se penso ai bei momenti che ho vissuto a Palermo mi vengono i brividi. Il gol più bello? Il primo, quello segnato alla Fiorentina". 

Sì, sono ormai del Napoli. Ho firmato. Sono molto contento di questa scelta, ma non voglio parlare di salto di qualità, per me è un’esperienza nuova. Avevo bisogno di nuove motivazioni, spero di fare molto bene a Napoli. Mi dispiace - ha continuato Cavani - se i tifosi del Palermo mi insulteranno per essere andato al Napoli. A loro voglio molto bene, devono capire che il calcio è anche questo. Siamo dei professionisti, a volte le strade si dividono. Il Palermo e i tifosi del Palermo mi hanno dato tanto, spero che mi saluteranno e mi vorranno sempre bene, ma era ora di cambiare pagina. Io volevo cambiare aria, ma anche il Palermo aveva capito che era il momento di cedermi. E’ stata una decisione di comune accordo. Ci siamo detti addio consensualmente. Voglio solo evidenziare che non sono andato via per soldi, quello mai. Per me è un momento particolare della mia carriera, se penso ai bei momenti che ho vissuto a Palermo mi vengono i brividi. Il gol più bello? Il primo, quello segnato alla Fiorentina". 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©