Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Sorrentino: Se mi chiamasse il Napoli, traballerei


Sorrentino: Se mi chiamasse il Napoli, traballerei
23/06/2011, 13:06

A Radio Crc è intervenuto Stefano Sorrentino, portiere del Chievo:
“L’ipotesi Napoli? Ho sentito il mio procuratore e non mi ha parlato di alcun interesse da parte del Napoli. L’ho letta anch’io questa notizia sui giornali, ma sono abbastanza impreparato di fronte a questa ipotesi. Non ho mai nascosto che mi farebbe piacere tornare nella mia terra ma mi ritengo ancora giovane e preferirei giocare. Venendo a Napoli la maglia da 12esimo uomo sarebbe quasi sicura e questa visione non mi affascina. Non penso quindi sia un’opzione fattibile. Sono partenopeo e perciò sono molto legato ai colori del Napoli però a 32 anni mi piacerebbe ancora continuare ad essere protagonista in una squadra a 360°, non mi ci vedo a svolgere un ruolo secondario. Se poi il Napoli mi chiamasse, potrei anche cambiare idea, devo ammetterlo: non so cosa farei. A priori non ho mai escluso nulla, ho sempre valutato tutte le offerte concrete che mi arrivavano. Se il Napoli mi chiamasse mi prenderei una mezza giornata di tempo per poterne pensare. Credo che il Napoli stia cercando un secondo portiere ma, detto ciò, non chiuderei assolutamente la porta. Devo fare i complimenti al Napoli, alla società e al presidente per la continuità avuta fino ad oggi. Adesso si parla di Champions League e la società sta riportando il Napoli lì dove era giusto che fosse. Con questi nuovi acquista sarà certamente una grandissima squadra, purtroppo per noi che dovremo affrontarla. Il Napoli era già forte l’anno scorso, ma se arrivassero questi giocatori potrebbe fare il salto di qualità. Ho giocato nella Juve Stabia quindi sono contento del traguardo raggiunto dal club. Sono contento che dopo 60 anni la Juve Stabia potrà giocare un campionato importante come quello della serie cadetta”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©