Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LE RIVALI

Sorteggio: occhio alle nordiche


Sorteggio: occhio alle nordiche
06/08/2010, 09:08

Brøndby, SC Vaslui,  Elfsborg, Omonia Nicosia e Dinamo Minsk. Una di queste cinque squadre sarà l'avversaria del Napoli nei play off di Europa League. Si tratta di tutte compagini che hanno già un buon feeling con l'Europa. Da tenere sotto controllo ci sono le nordiche. I danesi del Brøndby non sono nuovi a qualificazioni anche in Champions, ed hanno disputato per ben sette volte la Coppa Uefa. Hanno un palmares di tutto rispetto, dall'alto di 10 campionati danesi vinti e sei coppe nazionali. Da due anni, però, vanno a corrente alterna. Anche l'Elfsborg quanto a trofei non scherza. E' una delle squadre più antiche del campionato svedese, fondata nel 1904. Proprio l'anno scorso hanno sfidato un'italiana in Europa League: la Lazio. A Roma gli svedesi persero 3-0, ma in casa ebbero la meglio dei laziali per 1-0. Arrivò l'eliminazione, ma a testa alta. Proprio le partite in casa sono un punto di forza di queste compagini nordiche. Giocare a temperature non stagionali con poca preparazione nelle gambe potrebbe essere un problema. Stesso discorso per i bielorussi della Dinamo Minsk. Sconfitti all'andata del terzo turno dagli israeliani del Maccabi Haifa, squadra più quotata e sfidante della Juventus nell'ultima Champions League, al ritorno i bielorussi sono riusciti a capovolgere il risultato vincendo 3-1. Avversari tenaci ma meno preoccupanti, invece, i rumeni del Vaslui e i ciprioti dell'Omonia Nicosia. Quella rumena è una squadra giovane che solo negli ultimi due anni ha fatto il "grande balzo" in Europa. Lo scorso anno, però, ha sfiorato l'impresa riuscendo quasi ad eliminare nei play-off il ben più quotato AEK Atene, All'andata in Romania finì 2-1 per il Vaslui. Nel ritorno in Grecia l'AEK si impose per 3-0, ma solo nel secondo tempo. Quanto all'Omonia Nicosia, è la redentrice del campionato cipriota. Si è più volte qualificata ai preliminari di Champions League, ma senza successo. L'uomo più rappresentativo è l'attaccante africano Lua Lua, ex Newcastle.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©