Sport / Vari

Commenta Stampa

STONER: VALENTINO AVRA VITA DURA NEL 2009


STONER: VALENTINO AVRA VITA DURA NEL 2009
27/01/2009, 20:01

Obiettivo titolo iridato. Casey Stoner, intervistato al recente Wroom di Madonna di Campiglio, è consapevole di avere le carte in regola per affrontare e sconfiggere il suo rivale numero uno.

“Per battere Valentino Rossi non abbiamo bisogno di nulla di più di quello che abbiamo mostrato lo scorso anno alla fine del 2008. Se le cose andranno bene, sappiamo di essere abbastanza veloci per vincere”.

Una Desmosedici cucita su di lui ed in grado di riportarlo in cima al mondo come in quel magico 2007, avversari permettendo. “Non siamo comunque soli; Dani (Pedrosa) può riuscirci, Jorge (Lorenzo) anche, e ci sono probabilmente un altro paio di piloti (Hayden e Dovizioso?) che possono farlo.” - ha dichiarato Casey.

 

Un’operazione al polso sinistro che non gli ha permesso di essere presente ad Jerez a fine novembre, ma che non lo ha privato della carica e della grinta che rappresentano due dei punti di forza del fenomeno australiano che non cerca alibi, anzi…

“Credo che la storia dei pochi test sia una scusa un po’ inflazionata. Una moto ha due gomme, un manubrio, freni, marce e un cambio. C’è bisogno di un po’ di feeling e trovare un buon settaggio, ma quattro giorni prima di una stagione sono sufficienti”.

2009: l’anno che passerà alla storia per l’esordio del monogomma Bridgestone nella classe regina del motomondiale. Ma cosà cambierà realmente per tecnici e piloti? “Sarà molto più duro il lavoro con il setup, e non servirà semplicemente trovare il miglior treno di gomme possibile. Sarà una buona cosa per noi, perchè abbiamo sempre lavorato con questi materiali e probabilmente abbiamo sempre usato composti più duri rispetto agli altri”.

Ancora qualche giorno e sarà di nuovo battaglia a suon di giri veloci. Il circus della MotoGP sarà in scena a Sepang, Malesia il prossimo 5 febbraio. Allacciate le cinture, lo spettacolo sta per cominciare…

Commenta Stampa
di Fabrizio Pirone
Riproduzione riservata ©