Sport / Vari

Commenta Stampa

Super 8 Beach Tournament risultati prima giornata


Super 8 Beach Tournament risultati prima giornata
30/06/2012, 09:06

All'Hakuna Matata di Ostia si chiude la prima giornata del Super Eight Beach Tournament. Promosse anche Roma, Cavalieri del Mare e Venezia (?)Appuntamento a domani con il calcio spettacolo su sabbia

Roma, 29 Giugno 2012
Un inizio caldissimo, sotto il sole, accanto al mare e con gli spalti pieni. Si Ë chiusa da poco la prima giornata del "Super 8 Beach Tournament"

ROMA-ROMAGNA 5-1

Roma batte 5-1 Romagna dominando la prim gara del Super 8 e mette subito in chiaro di essere una delle favorite per la vittoria finale. Stravincono i romanisti e stravince il loro capitano: Pasquale Carotenuto mette a segno un tripletta da urlo e conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, di essere uno dei giocatori pi˘ decisivi del torneo. "Giocare questa partita Ë stato emozionante pi˘ di quando ho indossato la maglia della nazionale. PerchÈ giochiamo in casa ed Ë l'inizio di una nuova era per i beach soccer", ha detto Pasquale alla fine di una partita condotta con grandissima personalit‡. Ma Ë tutta la squadra ad aver messo in campo fisico, tecnica, corsa e intelligenza. Al terzo minuto Ë proprio Carotenuto a tentare il primo tiro e da subito si capisce che sar‡ Roma a condurre la partita. CosÏ Ë, con diverse occasioni che nÈ il capitano, nÈ i suoi compagni (come Tragnini e il portiere Salgueiro) riescono a concretizzare. La prima frazione finisce sullo 0-0 ma Ë un'equilibrio retto da fili sottilissim. Il secondo tempo inizia bene per Romagna con Arcangeli che costringe il portiere avversario a un miracolo. Poi l'episodio che cambia la gara: il rigore concesso al team romano, con Carotenuto che segna la prima rete del Super Eight e subito dopo, in un finale di tempo convulso, il gran tiro di Iurescia per i romagnoli che d‡ solo l'illusione in poi. Da lÏ in poi Ë un crescendo per Roma, che alla ripresa del gioco manda ancora due volte in gol Carotenuto, insieme ai colpi di Di Giacomo e Hilaire. Per il Romagna ci pensa Don a segnare il gol della bandiera, su punizione.

CAVALIERI DEL MARE - PRATO 8-2

Se Roma ha in Carotenuto il suo leader indiscusso, Cavalieri del Mare si affida invece al brasiliano Juniho e al suo sinistro magico. E' lui, con una tripletta, a guidare la sua squadra verso l'8-2 che travolge Prato, che pure ha lottato fino all'ultimo. "Un'ottima partita, abbiamo avuto buon feeling. Siamo contenti", ha detto a fine partita l'asso sudamericano. Il derby si apre comunque con il gran gol di Costa, a cui basta un minuto per portare i Cavalieri al vantaggio e indirizzare subito la partita. Prato prova a reagire, ma sono ancora i Cavalieri ad andare vicini alla rete con da Cruz. Qualche minuto dopo (siamo al 6') sale in cattedra Juninho, che con una punizione bomba sigla la sua seconda marcatura. Prato non si arrende, ma non c'Ë niente da fare: il primo tempo Ë solo degli avversari, che sul finire vanno ancora a segno con Da Cruz. Si riprende e stavolta anche la squadra in svantaggio ha qualcosa da dire: nonostante subisca un altro gol, continua a spingere fino a portarsi sul 4-2 e solo l'intervento del portiere Furlan, proprio in chiusura, riesce a salvare la situazione e a mantenere le distanze. L'ultima parte Ë di nuovo tutta per i tre volte campioni d'Italia: Amorese e Fiorentino timbrano il cartellino e danno il via all'allungo decisivo, poi ancora un colpo di Juninho. Nonostante cuore e orgoglio per Prato la partita finisce qui, ma il mister Nicola Lemi Ë contento lo stesso: "Siamo esordienti e il sorteggio ci ha messo di fronte una grande squadra. Il risultato Ë giusto, noi siamo qui per divertirci e per andare oltre i nostri limiti passo dopo passo".


LAZIO-INTER 6-5 (dcr)

Doveva essere il big match della prima giornata e cosÏ Ë stato. Lazio e Inter hanno giocato una partita bellissima, intensa, piena di agonismo, di colpi di scena e qualche contestazione verso le decisioni arbitrali, come nella migliore tradizione degli incontri pi˘ importanti. Finisce ai rigori (e vince la Lazio) dopo tre tempi e un supplementare tiratissimo, anche se l'inizio della partita Ë stato solo dell'Inter. nei primi due minuti la squadra di Panizza va a segno con Catarini e Ghilardi, mentre i bianocelesti sembrano ancora con la testa fuori dal campo. Con il passare dei minuti, comunque, la Lazio cresce e ci prova prima con Bensaja e poi con Wellington, il brasiliano che poi diventer‡ uno degli eroi del giorno.L'attacco della squadra romana riprende a inizio secondo tempo: primi minuti convulsi che portano alle prime contestazioni per un rigore non assegnato ai biancocelesti. Non cambia il risultato, l'Inter erge un muro insormontabile in difesa e poi allunga con un rigore, anche questo contestato dai laziali, di Polastri. Poco dopo la squadra di casa riesce a ridurre le distanze, grazie a Liberati, ma non Ë ancora abbastanza perchÈ alla fine della seconda frazione e all'inizio della terza i nerazzurri colpiscono ancora con Zambelli e Mauricinho. Siamo sul 5-1 per l'Inter e la partita sembra chiusa. Liberti fa il secondo per i biancocelesti e poi, finalmente, ecco Wellington: con una doppietta porta i suoi sul 5-4. Mancano sei secondi alla fine ed Ë ancora lui, con l'ultima punizione, a completare una rimonta pazzesca. A questo punto il tifo si fa caldo e anche sulle panchine la tensione Ë altissima. Si va ai tre minuti supplementari e qui la Lazio trova il secondo asso nella manica, stavolta nel portiere Posado: il numero 1 biancocelestre prima dice no a Pereira, con un prodigioso intervento all'ultimo istante e poi, nei rigori successivi, para il tiro a Catarino. Wellington invece non sbaglia e la Lazio vola in semifinale. E qualcuno gi‡ sogna la partita decisiva di domenica: "Sarebbe un sogno trovare la Roma in finale", ha detto Posado dagli spogliatoi.

VENEZIA – BARI 8-4

Partita bella e giocata bene da entrambe le parti, ma alla fine il maggior valore di Venezia esce fuori e soprattutto esplode il suo capitano Toffolo, autore di quattro reti e indubbiamente il miglior giocatore dell'incontro.

Le semifinali di domani vedranno di fronte Roma-Cavalieri Del Mare e Lazio-Venezia (dalle 17.30)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©