Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Suzuki, trionfo al Baja Rally Puglia e Lucania


Suzuki, trionfo al Baja Rally Puglia e Lucania
19/10/2011, 11:10

Melfi (PZ), 9 ottobre 2011 – Alla Baja Puglia e Lucania vincono Petrucci e Manfredini, Codecà - Fedullo e Suzuki campioni italiani!

La 23 edizione della gara Lucana si conclude con la vittoria del romano Claudio Petrucci e del navigatore bresciano Paolo Manfredini, con il Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS del team Poillucci, che si confermano al secondo posto nella classifica generale di campionato e l’affermazione nel Gruppo T2 della serie Tricolore CSAI.

Il milanese Lorenzo Codecà, assieme al navigatore modenese Bruno Fedullo a bordo del Suzuki Grand Vitara 3.6 V6, è secondo assoluto in gara e Campione Italiano per la quarta volta in carriera, terza come pilota ufficiale Suzuki. “E’ stata una stagione dalla quale sono emersi i valori assoluti di Suzuki, fuoristrada nati per vincere. Per noi la stagione si è risolta solo alla bandiera a scacchi dell’ultima gara, una competizione che ha richiesto molta concentrazione e preparazione tecnica. Con la Suzuki ho vinto tre dei quattro titoli e sin da adesso mi preparo per firmare anche futuri. Sempre con la Suzuki ovviamente”.



Dopo aver conseguito il titolo Tricolore tra i Costruttori e nel Gruppo T1 Suzuki ha completato con l’en plein la partecipazione al Campionato Italiano Cross Country Rally 2011, attraverso l’affermazione nella graduatoria riservata ai Conduttori assoluta e ai Conduttori del Gruppo T2.



Con un altro Grand Vitara 1.9 DDiS il team Poillucci ha permesso a Massimo Mancusi, e Roberto Musi di salire al terzo gradino del podio assoluto tra i conduttori. Al romano è anche riuscito di conquistare il secondo posto nel monomarca Suzuki Challenge, trofeo già vinto da Petrucci, superando sul filo di lana lo sfortunato Mirko Emanuele.

In gara, il giovane siciliano navigato dal fratello Mike sul Grand Vitara Erre Motors, ha perso molto tempo nel corso della prima tappa per una serie di inconvenienti, ritardo che è riuscito a recuperare solo in parte e non in modo sufficiente per contenere Mancusi.



Partito col coltello fra i denti, Armando Accadia ha commesso qualche errore al volante del fuoristrada nei colori della Solferino Rally, che non gli è stato possibile recuperare nella due giorni in Basilicata, dovendosi così accontentare del quarto posto finale sia in gara, sia nella generale del Suzuki Challenge.

Ancora una gara sofferta quella che ha visto protagonisti Giorgio e Francesco Facile, fermi nel fango della prima prova per la rottura di un semiasse, hanno poi tagliato il traguardo rientrando con la formula forfetaria. Stessa malaugurata sorte è capitata anche a Lolli e Forti, terzi assoluti in gara dopo la prima tappa e autori di tempi d’assoluto, e poi rallentati da noie alla trasmissione.



Classifiche CI Cross Country. Assoluta Conduttori: 1. Codecà punti 167,6; 2. Petrucci 122,5; 3. Mancusi 63,6; 4. Fichera 51; 5. Ricci 35,5; 6. Emanuele 34,2; 7. Lolli 30,2; 8. De Angelis 24; 9. Accadia 30,6; 10. Larini 23. Trofeo CSAI Gruppo T1: 1. Codecà 135,5; 2. Fichera 43; 3. Ricci 39. Trofeo Csai Gruppo T2: 1. Petrucci 135,5; 2. Mancusi 72,6; 3. Emanuele 58.



Marche:1. Suzuki 232; 2. Nissan 31; 3. Mitsubishi 27; 4. Polaris 12; 5. Dust Devil 8; 6. Toyota Vm Motori 1,5.



Classifica Suzuki Challenge: 1. Petrucci 135,5; 2. Mancusi 75,6; 3. Emanuele Mirko 73; 4. Accadia 60,4; 5. Lolli 46; 6. Facile 31,6; 7. Gelosa 28,5; 8. D’Alessio 27; 9. Bertuzzi 12; 10. Bordonaro 8; 11. Camarda 6.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©