Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Taglialatela"Cellino? Più si arrabbia più godiamo"


Taglialatela'Cellino? Più si arrabbia più godiamo'
13/11/2010, 20:11

Pino Taglialatela, ex portiere del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista: “Per il Napoli questo è l’anno della consacrazione? Credo che il Napoli sia una squadra abbastanza competitiva. Le seconde linee avevano solo bisogno del tempo necessario per ambientarsi. Oltretutto, Mazzarri è un allenatore che riesce sempre a tirare fuori il meglio dai suoi uomini. Basta osservare il rendimento di alcuni elementi come Pazienza, Aronica e Grava da quando il tecnico livornese ha assunto la guida tecnica del club azzurro. Non dimentichiamoci poi che i campionati dopo i Mondiali hanno sempre riservato qualche sorpresa. Lazio-Napoli? I biancocelesti sono un’ottima squadra con molte individualità di spessore. Tuttavia, credo che la compagine laziale ancora non abbia smaltito le scorie derivanti dalla sconfitta subita nel derby. Domani sarà uno scontro tra le due rivelazioni del campionato. Lazio e Napoli sono le uniche due squadre in grado di poter approfittare di un eventuale flop di una tra le quattro big del campionato. Il Napoli ora vive sulle ali dell’entusiasmo e per questo potrà andare a Roma per ottenere un risultato positivo. Chi può essere l’erede di De Sanctis? Credo che Morgan possa giocare ancora 3-4 anni ad altissimi livelli, perché è un professionista esemplare. Il Napoli avrà tutto il tempo per trovare il suo erede. Tuttavia, non vedo grandi talenti in giro. Io prenderei Marchetti. Magari, lo darei in prestito per qualche anno, prima di farlo tornare in azzurro. Napoli è una piazza difficile per un portiere giovane non è facile emergere in giovane età, a meno che non è un fenomeno come Buffon. Dove e come si può migliorare questo Napoli? Gli azzurri non devono lasciarsi scappare il treno per la Champions. Servirebbe un attaccante importante per far respirare Lavezzi e Cavani. Poi, prenderei un centrocampista importante tipo Inler. In difesa rinnoverei subito il contratto a Cannavaro, perché so per certo che molte squadre italiane lo vorrebbero. Infine, prenderei un altro difensore da affiancare al capitano azzurro. Santacroce? E’ un fenomeno nel suo ruolo. Tuttavia, non sa ancora cosa vuole fare da grande. Sarebbe un peccato se sciupasse l’occasione di poter avere una carriera importante. Cosa ho provato al goal di Lavezzi contro il Cagliari? Io e mio figlio siamo cascati dal divano ed abbiamo quasi emulato il tuffo del Pocho contro il tabellone pubblicitario. Cellino? Non riesco a capire questo suo accanimento nei confronti dei tifosi del Napoli. Più si arrabbia e noi più godiamo… Una persona che fa le sue affermazioni non merita alcuna considerazione da parte dei tifosi partenopei”.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©