Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Tegola Italia, si ferma Pirlo


Tegola Italia, si ferma Pirlo
04/06/2010, 21:06

SESTRIERE - La maledizione dei mondiali 2010 colpisce anche l'Italia. Non piangono solo Inghilterra, Ghana, Costa d'Avorio e Germania, che hanno dovuto rispettivamente fare a meno di giocatori rappresentativi del calibro di Ferdinand, Essien, Drogba e Ballack. Ora anche nelle file azzurre si cerchiano i nomi di giocatori a rischio infortuni. Dopo Camoranesi, che comunque sembra poter recuperare, quest'oggi si è fermato anche Andrea Pirlo. Erano da poco passate le 16.30 quando i tifosi, in attesa degli azzurri davanti all’hotel del Sestriere, sono rimasti sorpresi nel vedere il regista del Milan caricare le valige e lasciare il ritiro. Lo sconforto. Il numero 21 della nazionale campione del mondo ha riportato nell'amichevole di ieri col Messico un’infortunio al polpaccio. Il colpo è serio, ma Lippi ancora non vuole arrendersi e ha deciso di portarlo comunque in Sudafrica, anche se le percentuali che il milanista possa giocare questo Mondiale ad ora sono bassissime, quasi nulle. E a spiegarlo è lo stesso professor Enrico Castellacci. L’intenzione è quella di portarlo in Sudafrica per cercare di recuperarlo. Non per la prima partita, ma si spera almeno per le altre. Anche se, entro la data che segna l'esordio degli azzurri ai mondiali, le idee dovranno già essere chiare. Per regolamento, infatti, le nazionali partecipanti possono cambiare giocatori fino al giorno prima del primo match in programma.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©