Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

FOCUS

Telenovela svizzera: i tempi di Inler e Udinese


Telenovela svizzera: i tempi di Inler e Udinese
08/06/2011, 09:06

Di telenovele in Italia se ne trasmettono da anni. Il pubblico, e non solo quello calcistico, è abituato a tutti i gusti. E le storie "lunghe e struggenti" sono spesso il pane quotidiano delle lunghe giornate estive. Eppure una telenovela svizzera mai si era vista su questi schermi. Di solito i lungometraggi di storie d'amore impossibili sono a firma sudamericana. Chi non ha mai sentito parlare delle famose telenovele brasiliane o argentine? A Napoli i tifosi ne hanno vissuta più di una. Dall'arrivo dell'asso di Villa Fiorito (allora la regia della telenovela fu di marca ispano-argentina, un classico per il settore) tante volte si è parlato di storie di mercato infinite. Molto spesso, però, l'attesa non è valsa il prezzo del biglietto.

TELENOVELA SVIZZERA - Tutto sommato gli svizzeri nei lungometraggi non sono dei campioni. Perchè allora tanto tempo perso per una singola trattativa? In realtà dal lato del giocatore, Inler ed il suo agente Dino Lamberti avrebbero tutta l'intenzione di chiudere subito la faccenda. Ecco spiegato il perchè dei continui contatti tra il procuratore ed i dirigenti della Juventus. Ed ecco spiegato il continuo flusso di dichiarazioni ai media di ogni genere. Almeno tre al giorno, tra Lamberti ed Inler. Che ormai parlano a chiare lettere, ed invitano addirittura i club a "fare presto".

FRETTA CATTIVA CONSIGLIERA - Chi non ha alcun interesse a velocizzare la faccenda sembrano essere proprio le società interessate. E la questione è tutta economica. Inler è sicuro partente e l'Udinese lo sa bene. La società friulana sa anche che, accontentando il suo giocatore, incasserà un lauto conguaglio da investire subito nel mercato. Il punto sta proprio nella parola "subito". L'Udinese dovrà disputare i preliminari di Champions League a metà agosto (16-17 le date di andata). Il 5 agosto saprà già il nome della sua avversaria nei play off della massima competizione europea. Ergo, per inizio luglio, la squadra di Francesco Guidolin partirà in ritiro per preparare al meglio l'appuntamento più importante d'inizio stagione. Ciò vuol dire che entro un mese il tecnico friulano vorrà avere a sua disposizione già un gruppo solido, ed il nome nuovo a cui affidare la guida del suo centrocampo.

PARTITA A SCACCHI - E' sui tempi che giocherà il Napoli. Più passano i giorni, più l'Udinese avrà tutta l'intenzione di velocizzare la cessione del suo giocatore per fare cassa e comprare la nuova mente della sua mediana. Lamberti pare sia già stato avvertito di chiudere in tempi brevi le trattative sull'ingaggio. Perchè, più avanzano i giorni, più Pozzo si ritrova nelle difficoltà di muoversi sul mercato in tempi strettissimi. Bigon e De Laurentiis hanno capito i meccanismi, e per ora non chiamano l'agente dello svizzero. Nella partita a scacchi, la pedina di movimento sarà lo stesso presidente friulano, con  cui il Napoli si è mosso in anticipo. Sarà Pozzo a decidere quante altre puntate della telenovela mandare in onda.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.