Sport / Tennis

Commenta Stampa

A Bra (Cuneo) c’è in palio la finale scudetto

Tennis A1, domenica Capri Sports-Aniene


Tennis A1, domenica Capri Sports-Aniene
04/12/2009, 12:12

NAPOLI - Il Capri Sports Academy sfida domenica in semifinale scudetto la Canottieri Aniene (inizio ore 13). Sulla superficie veloce di Bra, dove domani (sabato) con l’altra semifinale tra Bassano e Sarnico inizierà l’attesa Final Four tricolore, gli atleti del presidente Roberto Russo andranno alla ricerca del quarto titolo consecutivo. Il primo passo è la sfida con i capitolini, in quella che è anche la riedizione della finale dello scorso anno, vinta 4-1 dagli isolani.
Il Capri Sports Academy arriva in Piemonte forte dell’imbattibilità che dura dal primo campionato in serie A1. Le partite utili consecutive sono ben 28, l’ultima sconfitta risale addirittura al 3 novembre 2006 a Trento contro il Trentino 5-1. Da quel momento, appunto, 28 partite senza mai perdere con tre scudetti di mezzo (conquistati a Novate Milanese, Torino e Bra). Per Potito Starace e compagni si tratta dunque della quarta Final Four di seguito. I partenopei, guidati in panchina dal vicepresidente Paolo Heinrich, dal capitano Daniele Silvestre e dal vicecapitano Davide Sanguinetti, possono vantare una condizione fisica ottimale: con Starace ci saranno il n. 49 del mondo e n. uno d’Italia Andreas Seppi, Filippo Volandri, Daniele Giorgini, Giancarlo Petrazzuolo e Massimo Capone. Il bolzanino ha vinto tutte le partite disputate durante la fase eliminatoria, proprio come Starace, imbattibile quando indossa i colori della sua squadra. Anche Giorgini attraversa un ottimo periodo di forma, avendo vinto le ultime sei partite in singolare (l’unico ko contro il Bassano all’esordio). Dal canto suo, l’Aniene del presidente Giovanni Malagò è accreditata come testa di serie numero uno e sarà guidata dal numero 27 del mondo, il tedesco Philipp Kohlschreiber. Con lui, gli italiani Flavio Cipolla, Alessio Di Mauro e il 38enne Vincenzo Santopadre, soprannominato “mister serie A1” perché in campionato vanta un ruolino di marcia di tutto rispetto (dal 2005 ad oggi ha perso soltanto una partita).
“Siamo una squadra molto forte, a Bra vogliamo il poker”, dichiara Potito Starace. “Il nostro è un gruppo unito che può centrare l’impresa. Certo, contro l’Aniene sarà dura, hanno una squadra di primo livello e potrà accadere qualsiasi cosa. Ma noi sappiamo cosa fare, siamo al momento decisivo e daremo il massimo per entrare nella storia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©