Sport / Tennis

Commenta Stampa

Tennis A1, scudetto Capri: parla il presidente Russo


Tennis A1, scudetto Capri: parla il presidente Russo
09/12/2009, 09:12

 CAPRI - “E’ il quarto scudetto ed è il più bello in assoluto. Hanno provato a distruggerci e fermarci, ma nonostante tutto e tutti il Capri c’è ed ha dimostrato il suo valore sul campo. Da Bra riportiamo a Napoli lo scudetto e siamo felici”. Lo ha dichiarato il presidente del Capri Sports Academy, Roberto Russo, ai microfoni di Radio Marte Stereo, nell'ambito del programma Marte Sport Live, dopo la finale scudetto del campionato di serie A1 vinta contro il Bassano a Bra (Cuneo): “Il segreto? Nulla nasce per caso, c’è una grande programmazione e uno staff tecnico e dirigenziale di primo livello. E’ stata dura, la tensione è stata incredibile quest’anno perché tutti ci aspettavano al varco. Forse le nostre vittorie non fanno piacere a tutti, ma siamo stati capaci di vincere di nuovo e anche i tifosi fuori dalla Campania ci hanno applaudito – ha detto Russo -. D’altronde, noi portiamo alta l’immagine di Napoli e della nostra Regione, non a caso ci sentiamo il Napoli Calcio del tennis. Abbiamo anche il 50% dei giocatori nati in Campania (Starace, Petrazzuolo e Capone). In futuro – ha concluso Russo - il Capri continuerà a lavorare per essere competitivo e vincere ancora”.
Esulta Potito Starace, vera e propria ‘bandiera’ del club isolano: “Oggi ero un po’ affaticato, le palle erano lente e il mio avversario ha giocato il match della vita. L’importante comunque è aver vinto il quarto scudetto consecutivo, il successo del Capri conta più di qualsiasi altra cosa”. Una vittoria dal sapore particolare: “E’ stato un anno difficile, siamo partiti in ritardo e questo scudetto vale doppio – ha detto Starace -. Poi in semifinale il doppio di spareggio contro l’Aniene era quasi perso, io e Andreas Seppi siamo stati bravi a rimanere uniti e rimetterlo in piedi. Oggi è stato tutto più facile, faccio i complimenti a Giorgini che è stato determinante. Dedichiamo lo scudetto a tutti i tifosi che ci hanno seguito fino a Bra. Il futuro? Abbiamo ancora tanta fame”.
Esprime soddisfazione anche il capitano Daniele Silvestre: “Il Bassano ci aveva imposto il pareggio nella fase a gironi, volevamo il riscatto ed è andata bene. Siamo felici – ha concluso -, il merito è di un gruppo che è davvero compatto. Giorgini ha dato una grande prova di superiorità tecnica e mentale, Starace ha perso solo contro due giocatori che hanno giocato benissimo, Volandri è stato splendido e Seppi non è una sorpresa”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©