Sport / Tennis

Commenta Stampa

Appuntamento internazionale al ''Brisbane International''

Tennis: la Schiavone comincia il 2012 contro Pervak


Tennis: la Schiavone comincia  il 2012 contro Pervak
31/12/2011, 12:12

ROMA – Sarà il ''Brisbane International'', il nuovo appuntamento internazionale per Francesca Schiavone, tennista milanese di origini irpine. Il torneo che  apre la  stagione 2012, si giocherà sui campi in cemento di Brisbane, in Australia.
La numero uno azzurra - ricorda il sito della federtennis - e' la testa di serie n.3 del seeding, subito dietro Sam Stosur, n.6 del mondo e Andrea Petkovic (10). Per l'italiana l’esordio sarà con la  ventenne russa Ksenia Pervak,n. 39 della classifica.
La Schiavone è stata  capace di giungere in diverse occasioni alle fasi finali dei tornei maggiori, anche come doppista, a tutto il giugno 2010 ha vinto, nel circuito WTA, 10 incontri che la vedevano opposta a un'avversaria tra le prime dieci del mondo: spicca in tale contesto la vittoria sulla belga Justine Henin, all'epoca numero 1 del ranking, nel torneo di Dubai del 2008; in un'altra occasione fuori da quelle citate, e in rappresentanza dell'Italia, aveva battuto la francese Amélie Mauresmo (all'epoca anch'essa capolista della classifica WTA) nel corso della Fed Cup 2006.

Memorabile la sua vittoria al Roland Garros nel 2010.   Presentatasi al torneo femminile da numero 17 del ranking, la Schiavone dopo aver sconfitto nei primi due turni Regina Kulikova (con difficoltà, essendo stata sotto di un break nel terzo set) e Sophie Ferguson, elimina al terzo la testa di serie n.11 ed ex-top ten Na Li e agli ottavi la numero 30 del seeding Maria Kirilenko giungendo così per la quarta volta ai quarti di finale di uno slam dove sconfigge la numero tre del mondo Caroline Wozniacki. In semifinale usufruisce poi del ritiro di Elena Dementieva, che aveva perso il primo set 6-7 al Tie-break, diventando la prima donna italiana, quarta italiana in assoluto dopo De Stefani, Pietrangeli e Panatta, a raggiungere la finale di un torneo dello Slam,[ migliorando così il record femminile detenuto dalle semifinaliste Maud Rosenbaum (New York 1930), Annalisa Bossi (Parigi 1949) e Silvana Lazzarino (Parigi 1954); due giorni più tardi, battendo in finale Samantha Stosur, dalla quale aveva perso pochi mesi addietro nel citato torneo di Osaka e contro la quale vantava un saldo negativo di una vittoria contro quattro sconfitte, per 6-4 7-6 (7-2 al tie break) ], ha ritoccato il suo primato ed è divenuta la prima donna italiana a vincere un torneo dello Slam nonché la terza atleta in assoluto dopo Nicola Pietrangeli (vincitore a Parigi in due edizioni nel 1959 e 1960) e Adriano Panatta (ancora a Parigi, 1976).

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©