Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

MAZZARRI IN CONFERENZA

"Terzo posto? Battiamo il Siena e poi vediamo"


'Terzo posto? Battiamo il Siena e poi vediamo'
12/05/2012, 13:05

Walter Mazzarri parla in conferenza stampa alla vigilia dell'ultima giornata di campionato:
"Non dobbiamo pensare di aver già vinto con il Siena, dobbiamo evitare di commettere gli stessi errori di Bologna e ricordarci di quanto i toscani ci hanno messo in difficoltà in campionato all'andata ed in coppa. Sono ancora arrabbiato per la sconfitta di Bologna, dobbiamo buttare la palla dentro prima ed evitare certi errori in difesa. Crescere vuol dire anche questo, eviatere di creare cinque palle gol senza segnare e poi subire una rete al primo attacco avversario. Ormai non dipende nulla da noi, dobbiamo vincere e sperare che sugli altri campi si combatta come è accaduto nella scorsa giornata. Il Catania è forte e può battere chiunque, Lazio ed Inter si affrontano in uno scontro diretto, tutto può succedere tutto però sarebbe inutile se non vinciamo noi. La squadra ha voglia di arrivare quanto più in alto possibile, in champions abbiamo fatto bene e dobbiamo giocare ancora una finale, ci sono le basi per concludere al meglio una bella stagione."
La squadra non ha reagito dopo i due gol del Bologna, adesso bisogna essere al massimo per lo sprint finale, campionato e coppa.
"Abbiamo speso tanto in questa stagione, oltre cinquanta partite giocate e questo ti stanca sotto tutti i punti di vista. Molto spesso si parla senza sapere quello che si dice, noi abbiamo dato il massimo in tutte le competizioni e siamo fieri di quanto fatto. Non sto ancora pensando alla finale, dobbiamo battere il Siena e poi in settimana preparare la sfida con la Juve. La formazione è quasi obbligata, Gargano è stato male durante la notte e non so se potrò contare su di lui. Per Campagnaro deciderò all'ultimo. La nostra forza è la nostra organizzazione, quando sono stato costretto a cambiare modulo le cose non hanno girato al meglio. Se entriamo in campo nel modo giusto però possiamo battere tutti."
Continua il progetto di crescita della squadra.
"In pochi anni siamo passati dalla zona retrocessione sino all'Europa League ed alla Champions, abbiamo migliorato in campionato, in coppa Italia e adesso ci giocheremo anche la supercoppa. Spesso si parla e si tiene conto solo di piccoli dettagli, non di tutto il complesso di crescita."
Contro il Siena potrebbe essere l'ultima partita di Lavezzi in maglia azzurra.
"Non ho mai visto Lavezzi allenarsi così bene come nell'ultima settimana. Lui era molto giù per le panchine, ma quando uno non sta bene fisicamente, anche se è più bravo degli altri, non può rendere come sa fare. Sono certo che vedremo in campo un bel Lavezzi, le chiacchiere di mercato non mi interessano ed io non parlo con i miei giocatori di quel che sento all'esterno. Sono a disposizione dei miei giocatori sempre, ma con loro parlo solo delle nostre partite."
Il futuro di Mazzarri invece?
"Io ho un contratto e voglio rispettarlo, ma alla fine decide sempre tutto la società. Mancano due partite alla fine della stagione, finita l'annata io dirò tutto come ho sempre fatto. Allenatore manager? In Italia non è possibile, all'estero al manager gli si dice questo è il budget con cui puoi fare il mercato, da noi invece un allenatore non ha quasi mai idea di quanto può spendere un club. Da parte mia posso solo dire che sono uno degli allenatori più anziani in serie A, mi sento in grado di ricoprire qualsiasi ruolo."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©