Sport / Offshore

Commenta Stampa

Quarto titolo per il campione napoletano

Testa campione italiano di offshore classe 3000


.

Testa campione italiano di offshore classe 3000
17/09/2012, 12:16

NAPOLI – In vetta alla classifica dell’Off Shore Racing classe 3000 con 93 punti il team di Sorbino con i fratelli Diego ed Ettore Testa, che a San Felice al Circeo si sono accontentati del terzo posto continuando a guidare la classifica, continuano a far parlare di loro. Con quattro vittorie consecutive in altrettante gare, i fratelli Testa hanno messo una chiara ipoteca sulla vittoria finale.  In classifica generale, infatti, il Sorbino è primo con 93 punti contro i 48 della coppia Barone Garofalo, seconda, a una sola prova dalla fine del campionato. Resta aperta, quindi, solo la corsa per gli altri due piazzamenti sul podio, con sei scafi in lotta per due posti. La gara di San Felice al Circeo è stata corsa in difesa dal Sorbino Offshore Racing, che è partito in terza posizione ma dopo poche miglia, a causa del mare grosso, ha danneggiato il timone rompendo anche il trim del motore. Nonostante il danno notevole, Diego ed Ettore Testa sono rimasti in gara difendendo la terza posizione fino al termine della prova, riuscendo così a centrare l’obiettivo dichiarato a inizio stagione. “Sono molto contento per gli sponsor, che hanno creduto in me. Senza l’azienda di abbigliamento Sorbino, e senza l’aiuto dei marchi Antonio&Antonio e Gusto&Gusto, non avrei potuto disputare questo campionato e non avrei potuto conquistare questo quinto titolo, che mi riempie di orgoglio. Oggi non è stata una gara semplice, le condizioni meteo inaspettate non ci hanno aiutato e i danni riportati dalla barca erano notevoli. Siamo stati bravi a difendere la nostra posizione e a centrare un piazzamento che ci permette di conquistare il tricolore, anche se c’è un po’ di rammarico perché senza il danno avremmo potuto provare a vincere anche oggi”.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©