Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE "IL MATTINO"

"Tonico, pimpante e motivato: ecco Cavani"


'Tonico, pimpante e motivato: ecco Cavani'
09/01/2012, 10:01

Un gol bellissimo applaudito a lungo dai suoi vecchi tifosi. La soddisfazione più bella per Edinson Cavani che quasi ha chiesto scusa ai palermitani per la prodezza del 2-0. «Si, mi sono veramente emozionato, perché credo che neanche quando giocavo qua succedeva questo. Quindi, si può dire che ho sempre mantenuto la voglia di lavorare, la voglia di andare avanti, senza mai mancare di rispetto a nessuno. Questo applauso dimostra che uno è sempre rispettato da tutti. Sono contento per questo, ma sono contento per la vittoria, perché penso al Napoli e voglio vincere sempre». Un gol bellissimo, quello che ha chiuso la partita. Il decimo del campionato, migliora la media del Matador che si rilancia nella lotta per la classifica dei bomber. Una vittoria importantissima per il Napoli che a Palermo mancava da 43 anni. «Si, per noi è stata importante, al di là degli anni, per la nostra classifica, che vogliamo continuare a scalare, vogliamo arrivare il più in alto possibile. Quindi, dobbiamo continuare a raccogliere punti, che è la cosa più importante». Pensa a se stesso Edinson ma soprattutto al rendimento della squadra, il Napoli è la cosa più importante per l'uruguaiano. Da Palermo parte la rincorsa verso le piazze importanti, anche perché questo mese è senza Champions League e gli azzurri possono approfittarne. Cavani non si pone limiti. «Non so se l'obiettivo è il terzo posto, io penso sempre in grande e voglio sempre arrivare lontano. Quindi, per noi è importante vincere, voglio sempre vincere e, poi, alla fine si vedrà dove potrà arrivare questo Napoli». Ci aveva provato tre volte nel primo tempo di testa e il gol lo aveva solo sfiorato. Ma il suo contributo era stato comunque fondamentale, da una sua verticalizzazione per Gargano è nato il primo gol di Pandev, importante anche in fase difensiva. Tonico, pimpante. motivato: dalla vacanza in Uruguay è tornato ulteriormente rigenerato, aveva dato già un segnale importante contro il Genoa con una doppietta. Altro sigillo a Palermo e la terza vittoria esterna del Napoli in campionato: «È stata una partita molto importante per avere continuità anche in campionato. Palermo è una bella città e mi ha fatto piacere ricevere gli applausi del pubblico per il mio gol. Vuol dire che mi apprezzano anche come uomo, così come io apprezzo loro come tifosi. Il gol lo dedico alla famiglia e alla squadra, è importante fare gol per noi attaccanti e abbiamo fatto veramente molto bene».

Altro grande protagonista Pandev, al quarto gol in maglia azzurra, quello che ha sbloccato la gara. «Bella vittoria, bella partita su un campo difficile, siamo stati bravi a passare in vantaggio nel primo tempo e poi a chiudere i conti nella ripresa». Spende parole positive per Vargas. «È un ragazzo giovane, speriamo che farà bene, anche lui ci darà una mano, sicuramente troverà spazio». Mese senza Champions fondamentale per la rincorsa verso le posizioni che contano. «Sicuramente sì, adesso pensiamo solo al campionato. Ora abbiamo il Bologna in casa, poi il Siena e speriamo di ottenere il massimo. C'è anche la Coppa Italia con il Cesena, sono fiducioso». Una tipologia di rete simile a quella realizzata contro la Juve. «Con la Juve il gol è stato più difficile. Questa palla di Gargano era forte e precisa, mi è riuscita bene la girata e ho fatto gol. La cosa importante è creare tante palle gol, per un attaccante così diventa più facile segnare». Un Pandev in forma dopo le difficoltà iniziali. «Sto lavorando bene, qui si lavora tanto, meglio che in qualsiasi altra parte: si cura molto la tattica, si fanno tanti movimenti in allenamento e in partita diventa molto più facile perché sappiamo esattamente cosa fare anche in base alle caratteristiche degli avversari». Cavani ha detto che si può puntare anche più del terzo posto, Pandev è più cauto. «Non lo so. Quelle davanti stanno andando forte, possiamo provare a raggiungere il terzo posto, credo questo sia il nostro obiettivo, comunque non è facile». L'ex interista si gode il momento positivo. «Siamo molto felici per questavittoria, siamo in forma e stiamo bene fisicamente. L'importante è vinceree fare gol. Lavezzi è un grande giocatore e serve molto alla squadra. Mitrovo bene in questa posizione e fare gol è importante per me. Ora sto abbastanza bene e spero di continuare così, spero di arrivare in doppi acifra con i gol».
FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©