Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

CORE 'NGRATO

"Torino casa mia,orgolioso di essere alla Juve"


'Torino casa mia,orgolioso di essere alla Juve'
10/09/2010, 17:09

In una lunga intervista concessa a Sky Sport 24, l'ex attaccante del Napoli Fabio Quagliarella si dice felice del suo passaggio alla Juventus, operazione che ha fatto infuriare i tifosi del Napoli.
"Ero a casa prima e sono a casa anche adesso qui a Torino. È una città che comunque già conosco bene. Sono arrivato in una grandissima società, la più gloriosa che possa esistere. È motivo di orgoglio per me. Sicuramente indossare questa maglia, che è una maglia gloriosa, che ha vinto tanto, non è mai facile perché chi la indossa successivamente è costretto a vincere e a fare bene. È una responsabilità importante, ma siamo professionisti e cerchiamo di fare il nostro meglio. Marotta già lo conosceva dai tempi della Samp e con lui ho sempre avuto un ottimo rapporto e questo ha influito parecchio. Mi conosceva sia come calciatore che come uomo e questo lo ha spinto a puntare su di me. Con Del Neri ho avuto poco tempo per conoscerlo perché sono pochi giorni, fra nazionale e altre cose, che ho avuto la possibilità di allenarmi con la squadra."
Alla Juventus ritrova anche Rinaudo.
"Ringrazio Leo, è convinto che sarò la rivelazione del campionato e spero davvero che si possano verificare le sue parole anche perchè, quest'anno giocherò da seconda punta, un ruolo che mi è certamente congeniale: potrò spaziare liberamente su tutto il fronte offensivo."
Capitolo nazionale.
"Sono felice che Prandelli mi abbia convocato, così come sono felice di essere, paradossalmente, uno dei calciatori più esperti dato il nuovo corso."
Il suo parere sullo sciopero dei calciatori?
"C'è l'AIC che fa le nostre veci. Siamo ben rappresentati".
Infine sul futuro calcistico e sentimentale.
"Il mio obiettivo è quello di poter vincere qualcosa con la Juventus. Sono un professionista e darò il 100per cento per questa maglia. La vita privata? Adesso sono single".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©