Sport / Calcio

Commenta Stampa

Bombe carta, fumogeni e insuti per i granata

Torino, ore di vera paura


Torino, ore di vera paura
29/12/2009, 10:12

TORINO - Pomeriggio di paura a Torino. Mentre la società granata cercava una soluzione per risollevarsi, è giunta una contestazione pesante da parte di un gruppo di utras fuori alla Sispor.
Un pomeriggio che doveva essere utile per ricominciare da capo, nella serenità delle feste natalizie si è trasformato in terrore. Cinque bombe carta, 15 fumogeni e innumerevoli petardi sono stati lanciati verso i protagonisti granata, senza dimenticare aggressioni non solo verbali. Non ci sono stati feriti, ma quanto ci si è andati vicini...
Alle 14:00 c’è stata la presentazione di Petrachi, nuovo consulente di mercato del Toro. Circa un’ora di conferenza e poi ha inizio il peggio: si sente un’esplosione in lontananza, nulla accade finché non si aprono i cancelli del centro di allenamento ed entrano alcune centinaia di tifosi di tutte le età (tra loro anche alcuni già noti alle forze dell’ordine). Questi salgono sulle gradinate e assediano la sala stampa. Il tutto dura una decina di minuti, i tifosi inviano un chiaro messaggio alla dirigenza granata (anche perché se avessero voluto avrebbero potuto entrare e spaccare tutto. In ritardo l’arrivo delle forze dell’ordine.
Il presidente e i due ds si sono rifugiati nello spogliatoio, con Cairo raggiunto da sputi e insulti. Un pomeriggio veramente duro...

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©