Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Pazza idea per il mister granata nel match con gli azzurri

Torino-Napoli, Ventura pensa a due clamorose esclusioni


Torino-Napoli, Ventura pensa a due clamorose esclusioni
17/03/2014, 13:10

TORINO - Pazzo Ventura. L'allenatore del Torino starebbe pensando a una pazza idea per il match di questo tardo pomeriggio contro il Napoli. Secondo quanto riferisce Tuttosport, Giampiero Ventura starebbe pensando di lasciare a riposo i suoi due gioielli d'attacco.

Ecco quanto si legge sul quotidiano torinese: "La grande tentazione. Fuori Alessio Cerci e Ciro Immobile, dentro Paulo Vitor Barreto e Riccardo Meggiorini per un attacco granata completamente stravolto, rivoluzionato. No, non è una follia di fine inverno ma un pensiero insistente che da qualche giorno circola nelle teste dei componenti lo staff tecnico torinista. E, secondo indiscrezioni, questa 'pazza idea' si starebbe radicando sempre più al punto da potersi trasformare in realtà stasera all'Olimpico. E la tentazione sembra avere un certo fondamento. Ciro Immobile e Alessio Cerci nelle ultime prestazioni non sono stati particolarmente brillanti e, particolare tutt'altro che trascurabile, sono all'asciutto da tre turni. Normale che dopo aver tirato la classica carretta per tutta la prima parte della stagione ora paghino qualcosa soprattutto sotto il profilo fisico. E mentale, alla voce stress. Nell'arco di un campionato capitano a tutti i momenti di flessione, l'importante è riuscire a superarli nel più breve tempo possibile. Quindi, Giampiero Ventura, potrebbe pensare di concedere loro un turno di riposo, per ricariche le pile 'muscolari' e anche per, in qualche modo, scuoterli. Stare in panchina, a volte, può anche servire a ritrovare stimoli e nuove motivazioni. Entrambi poi sono diffidati e prima o poi beccheranno il fatale cartellino giallo che comporterà la squalifica. Capitasse stasera, sarebbero indisponibili contro il Livorno, la partita più abbordabile della successiva, quella contro la Roma".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©