Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA MAZZARRI

"Tornare a vincere, non ascolto le voci su di me"


'Tornare a vincere, non ascolto le voci su di me'
22/04/2011, 14:04

Ripartire subito. Walter Mazzarri in conferenza stampa da Castelvolturno, attraverso i microfoni di radio marte, lascia trasparire la sua carica ma anche un certo nervosismo quando si parla della tante voci riguardo al suo futuro. 
"La partita con l'Udinese non ha tolto convizione alla nostra squadra. Il Palermo è forte e in ripresa, ma noi ci teniamo a far bene e a dimostrare che quello con l'Udinese è stato un incidente di percorso. Finchè la matematica non ci condannerà noi daremo il massimo per arrivare in alto. Da qui alla fine della stagione daremo il massimo in ogni partita, vogliamo chiudere alla grande. Il nostro rendimento non dovrà mai calare, altrimenti rischiamo brutte sorprese."
Il pubblico è stato vicino alla squadra dopo la sconfitta.
"Io voglio ringraziare il pubblico napoletano, in questo campionato è diventato sempre più maturo. Ci sono sempre stati vicini e hanno capito che vincere è importante ma che anche quando questo non si ottiene bisogna guardare l'atteggiamento della squadra e il fatto che tutti si impegnano sempre."
Il Palermo è in netta ripresa da quando è tornato Rossi.
"Spero siano stanchi per la partita di coppa, ma questa è una variabile difficile da considerare. Rossi è un bravissimo allenatore. Dovremmo fare una partita molto accorta, senza lasciare spazi. Bisognerà essere concentrati e sperare che la fortuna ci dia una mano al contrario di quanto è accaduto con l'Udinese."
Molti temono che il Napoli possa calare in questo finale.
"Io ho cercato sempre di isolare i giocatori, di non fargli sentire la pressione e di non guardare alle altre squadre. Se giochiamo come sappiamo e come abbiamo sempre fatto sono certo che chiuderemo offrendo grandi prestazioni. Sono molto fiducioso nei confronti dei ragazzi, sono certo che mi seguiranno e non cambieranno atteggiamento. Tanti hanno cercato di destabilizzare l'ambiente criticando questo gruppo dopo la sconfitta di domenica. Noi andiamo avanti per la nostra strada e non ascoltiamo nessuno."
A Palermo probabile il ritorno di Gargano dal primo minuto.
"Gargano probabilmente giocherà. Ha fatto tante partite ed ha avuto un momento di flessione, è normale. E' stato per tanto tempo un giocatore determinante per questa squadra e spero che lo possa essere anche per le ultime quattro partite."
Cavani ha detto resta a Napoli.
"E' una cosa che davo per scontata. E' normale che un giocatore che ha fatto un grande campionato sia ricercato come è normale che cerchi un accordo migliore. Questa però è una cosa che gestirà la società con i suoi procuratori."
E Mazzarri invece?
"Mazzarri parlerà alla fine, come ho fatto lo scorso anno e alla fine. Io non mi lascio distrarre da niente e da nessuno, soprattutto dai giornali. Quello che però mi fa arrabbiare è che spesso le voci partono da Napoli e non da altre città. I bilanci ho sempre detto che si faranno a fine campionato, in corsa non parlo. L'allenatore deve parlare quando le sue dichiarazioni non possono influire sull'ambiante. Io ho sempre fatto i bilanci alla fine e da qui alla fine del campionato ho intenzione di restare concentrato solo sul Napoli sperando di portare questa squadra quanto più in alto possibile."

 

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©